Resoconto della riunione del team italiano polyglots, 6 maggio ore 14:00 – Oggetto: Revisione Glossario

Prima riunione per il progetto di “Revisione del Glossario e della pagina Rosetta” dei Polyglots italiani.

Presenti: @andg, @dany60, @francescodicandia, @francina, @lasacco, @mte90, @oleg, @veragheno, @wolly, @zetaraffix

Ordine del giorno

  • Rosetta:  aggiornamento e ampliamento dei contenuti (regole, stile, risorse, ecc)
  • Glossario – individuazione di un flusso di lavoro ottimizzato per la cura, la gestione e l’aggiornamento del glossario
  • Discussione libera

In merito a Rosetta, la proposta è di ampliare i contenuti attuali, inserendo contenuti dedicati ai traduttori, allo scopo di rendere la pagina uno strumento utile sia per chi si avvicina alla traduzione di WP, sia per chi deve gestire il controllo e l’approvazione finale.

Il principio è: maggiori informazioni aiutano il traduttore a fare meglio il suo lavoro e ottimizzano quello di PTE e GTE. Con il risultato di maggior qualità, più rapidamente.

La pagina rivista, quindi, conterrà, oltre alle indicazioni su come iniziare, direttive e suggerimenti sullo stile, sulle regole grammaticali e ortografiche, sulla punteggiatura, ecc; link a risorse rilevanti (come l’estensione GlotDict elo strumento per verificare la consistenza terminologica nelle traduzioni); le FAQ e una Quick Reference Guide nella quale si cercherà di risolvere l’annoso problema della contestualizzazione del termine per una traduzione efficace.

@zetaraffix si occuperà di redigere i nuovi contenuti che saranno poi discussi e, una volta approvati, pubblicati. Il gruppo si avvarrà anche della preziosa collaborazione di @veragheno, eletta a “nume tutelare” di un utilizzo della lingua italiana degno dell’Accademia della Crusca che Vera rappresenta 🙂

Il secondo punto discusso è il Glossario, la cui gestione e mantenimento accurati richiedono di formalizzare una procedura che sia fluida, funzionale e sostenibile.

Si decide quindi su procedura così strutturata:

  1. creazione di un form con il termine inglese e la proposta di traduzione;
  2. periodica (attualmente si propone quindicinale) revisione delle richieste ricevute
  3. valutazione e approvazione (o meno) da parte del team
  4. passaggio a gdoc (glossario informale)
  5. aggiornamento, con cadenza periodica, di GlotPress
  6. utilizzo del canale Slack per emergenze o necessità di contestazione/elaborazione

Il form consente una gestione più ordinata delle richieste e, soprattutto, consente una gestione asincrona delle stesse. Questo flusso verrà messo in atto e sperimentato per un periodo, per affinare eventuali difetti. Una volta a regime e fluente, questa procedura verrà resa ufficiale.

Nel frattempo, mentre viene resa operativa questa procedura si provvederà a sistemare il gdoc (glossario informale) attuale, che necessita mantenimento.

L’impossibilità di intervenire sulla struttura di GlotPress per inserire un potenziale campo “contesto” verrà (per adesso) aggirato “creativamente” attraverso l’inclusione, in calce alla pagina Rosetta, di una Quick Reference Guide, che conterrà indicazioni in merito alla gestione delle tematiche più ricorrenti.

@zetaraffix è lead del progetto, @andg e @francescodicandia si affiancano a supporto nel portare la procedura dalla fase concettuale a quella operativa.

La riunione si aggiorna con l’accordo dei partecipanti a procedere come indicato.

Lascia un commento