Blackhole for Bad Bots

Descrizione

Aggiungi la tua trappola virtuale, un “buco nero”, per i bot dannosi.

Addio bot dannosi…

I bot dannosi sono il peggio. Fanno ogni tipo di azioni malevole e fanno sprecare le risorse del server. Il plugin Blackhole aiuta a fermare i bot dannosi e salvare tali preziose risorse per i visitatori reali.

Come funziona?

Per prima cosa il plugin aggiunge un link nascosto nel footer delle tue pagine. Quindi tu aggiungi una linea nel tuo file robots.txt per proibire a tutti i bot di seguire il link nascosto. I bot che ignorano o disobbediscono alle regole del robots seguiranno il link e cadranno nella trappola. Una volta intrappolati, ai bot dannosi viene negato qualsiasi ulteriore accesso al tuo sito WordPress.

La chiamo la regola “un-colpo”: i bot hanno una possibilità di obbedire alle regole del robots.txt del tuo sito. Il fallimento comporta l’immediata messa al bando. La parte migliore è che Blackhole colpisce solo i bot dannosi: gli utenti umani non vedranno mai il link nascosto e i bot buoni obbediranno alle regole del robots fin dall’inizio. È vantaggioso per tutti! 🙂

Utilizzi un plugin di cache? Controlla le note di installazione contenenti importanti informazioni.

Caratteristiche

  • Facile da configurare
  • Codice immacolato
  • Mirato e modulare
  • Leggero, veloce e flessibile
  • Sviluppato con le API di WordPress
  • Funziona anche con altri plugin sulla sicurezza
  • Elenco di bot dannosi facile da reimpostare
  • Eliminazione facile di qualsiasi bot dall’elenco
  • Aggiornato con regolarità e “a prova di aggiornamenti”
  • Il link di Blackhole include l’attributo “nofollow”
  • Opzioni del plugin configurabili dalla schermata delle impostazioni
  • Lavora silenziosamente dietro le quinte per proteggere il tuo sito
  • Mette tra i bot consentiti tutti i più importanti motori di ricerca per non bloccarli mai
  • Flessibilità, performance e sicurezza calibrate
  • Email di avviso con informazioni WHOIS lookup per i bot bloccati
  • Documentazione in linea completa tramite la scheda Aiuto
  • Fornisce l’impostazione per aggiungere qualsiasi indirizzo IP all’elenco dei consentiti
  • Personalizzazione del messaggio visualizzato ai bot dannosi 😉
  • Ripristino delle opzioni predefinite del plugin con un solo clic
  • NON utilizza o richiede nessuna regola .htaccess

Blackhole for Bad Bots protegge il tuo sito da bot dannosi, spammer, scraper, scanner e altre minacce automatizzate.

Non usi WordPress? Puoi dare un’occhiata alla versione indipendente in PHP di Blackhole!

Dai un’occhiata a Blackhole Pro e passa al livello successivo con le funzionalità avanzate!

Whitelist

Come impostazione predefinita questo plugin NON blocca nessuno dei maggiori motori di ricerca (user agent):

  • AOL.com
  • Baidu
  • Bingbot/MSN
  • DuckDuckGo
  • Googlebot
  • Teoma
  • Yahoo!
  • Yandex

Questi motori di ricerca (e tutta la miriade di loro varianti) sono inseriti tra quelli consentiti in base al loro user agent. È così anche per un sacco di altri bot “utili”. Hanno sempre il permesso di accedere in modo completo al tuo sito, anche se non rispettano le regole del tuo robots.txt. Questo elenco può essere personalizzato nelle impostazioni del plugin. Per una lista completa dei bot consentiti visita la scheda Aiuto nelle impostazioni del plugin (sotto “Impostazioni whitelist”).

Privacy

Dati utente: questo plugin blocca i bot dannosi automaticamente. Quando i bot dannosi finiscono nella trappola il loro indirizzo IP, lo user agent e altri dati della richiesta sono memorizzati nel database di WP. Nessun altro dato utente è raccolto da questo plugin. In qualsiasi momento l’amministratore, tramite le impostazioni del plugin, può cancellare tutti i dati salvati.

Servizi: questo plugin non si connette a nessun servizio di terze parti.

Cookie: questo plugin non imposta nessun cookie.

Credito: Immagine di copertina per gentile concessione NASA/JPL-Caltech.

Blackhole for Bad Bots è sviluppato e gestito da Jeff Starr, da 15 anni sviluppatore di WordPress ed autore di libri.

Supporta lo sviluppo

Sviluppo e mantengo con dedizione questo plugin gratuito per la comunità di WordPress. Puoi dare il tuo contributo facendo una donazione o acquistando uno dei miei libri:

E/o acquista uno dei miei plugin premium per WordPress:

Apprezzo anche link, tweet e like. Grazie! 🙂

Screenshot

  • Schermata delle impostazioni di Blackhole (mostra le opzioni predefinite)
  • Schermata Bot dannosi di Blackhole (mostra qualche bot di esempio)

Installazione

Installare Blackhole for Bad Bots

  1. Carica il plugin Blackhole sul tuo blog e attivalo
  2. Vai nelle impostazioni di Blackhole e copia le regole per il file robots
  3. Aggiungi le Regole per il file robots nel tuo file robots.txt (vedi note)*
  4. Configura le impostazioni di Blackhole come desideri ed è fatta

Nota: per le regole del robots.txt, ci sono due scenari:

  1. Il tuo sito ha un file robots.txt che puoi vedere nel tuo server. In questo caso devi aggiungere le regole necessarie manualmente.
  2. Oppure il tuo sito utilizza un file robots.txt generato in modo dinamico/virtuale da WP e non c’è un vero e proprio file robots.txt nel tuo server. In questo caso il plugin aggiunge le regole necessarie automaticamente. Non devi fare nulla manualmente.

Per la documentazione completa fai clic sulla scheda “Aiuto” nell’angolo superiore destro della schermata delle impostazioni di Blackhole. La scheda aiuto è disponibile anche nella schermata dei “Bot dannosi”.

Maggiori informazioni sull’installazione dei plugin in WordPress

Verifica se Blackhole sta funzionando correttamente

Utilizzi un plugin di cache? Controlla la sezione “Plugin di cache” per importanti informazioni.

Plugin di cache

Blackhole funziona con qualsiasi tipo di caching, ad eccezione del “page caching”. Non è ancora compatibile con i plugin / script di caching delle pagine. Pertanto, se il tuo sito utilizza qualsiasi tipo di caching di pagina, non utilizzare questo plugin. Grazie!

Maggiori dettagli: Esistono molti tipi di plugin per la cache. Forniscono ogni tipo di meccanismo e funzionalità di caching. Tutte le funzioni di caching funzionano bene con Blackhole, tranne il “page caching”. Con il page caching, l’hook init di WP richiesto potrebbe non essere attivato, il che significa che i plugin come Blackhole non sono in grado di registrare e vietare le richieste in modo dinamico. Fortunatamente, alcuni dei più popolari plugin di caching forniscono impostazioni che consentono la piena compatibilità con Blackhole. Per un elenco completo, consulta questo articolo. Nota: questo articolo è stato scritto per Blackhole Pro, ma l’elenco di compatibilità e le informazioni generali si applicano anche a Blackhole (in versione gratuita).

Nessun robots.txt?

Per il file robots.txt ci sono due possibili scenari:

  1. Vuoi utilizzare il tuo file robots.txt che puoi visualizzare e modificare nel tuo server. In questo caso segui le istruzioni per creare il file robots.txt del tuo sito.
  2. Oppure vuoi utilizzare un file robots.txt generato in modo dinamico/virtuale da WP, quindi non c’è un vero e proprio file robots.txt nel tuo server. In questo caso non devi fare nulla, perché WordPress genera manualmente il file robots.txt quando è richiesto.

Se scegli l’opzione 1, ecco le istruzioni per creare il file robots.txt per il tuo sito:

  1. Aggiungi un file di testo vuoto alla directory radice del tuo sito
  2. Dai il nome robots.txt al file di testo e caricalo nel server

Fatto. Ora puoi aggiungere le regole di Blackhole fornite nella pagina delle impostazioni del plugin. Vai alla sezione successiva per approfondire le tue conoscenze del file robots.txt e convalidarlo.

Per visualizzare il tuo file robots.txt, vai al seguente URL (sostituisci a example.com il tuo dominio):

https://example.com/robots.txt

Suggerimento: puoi trovare un link al tuo file robots.txt nella pagina delle impostazioni del plugin.

Strumenti per il file Robots e informazioni

Ecco una collezione di risorse per destreggiarsi con i robots.txt. Dai un’occhiata anche alla sezione successiva, “Testare il file Robots.txt” per conoscere più strumenti.

Un sacco di ottime risorse nel web per apprendere come funziona il tuo file robots.txt e convalidarlo. Documentati, è importante per la SEO.

Testare il file Robots.txt

Per verificare se le regole del tuo file robots.txt sono corrette, puoi utilizzare uno strumento di check gratuito. Google fornisce un check del robots all’interno del tuo account Google (devi aver effettuato l’accesso a Google). Ci sono molti altri validatori di file robots online. Eccone qualche esempio:

Online ci sono tonnellate di altri strumenti per i robots, basta cercare qualcosa tipo “validazione robots.txt” (senza gli apici) per scoprirne altri.

Testare Blackhole

Per verificare che la trappola Blackhole funzioni, rimuovi il tuo indirizzo IP dall’impostazione del plugin “Whitelist IPs”. Assicurati anche che il tuo browser non sia incluso nell’impostazione del plugin “Whitelist Bots” (ad esempio, Chrome è inserito nella whitelist). OPPURE, invece di modificare le impostazioni del plugin, puoi utilizzare un servizio proxy ed un browser non inserito nella whitelist (ad esempio, Brave oppure Opera) per eseguire il test.

Dopo aver rimosso il tuo indirizzo IP e user agent (o utilizzando un servizio proxy), visualizza il codice sorgente di qualsiasi pagina web del tuo sito web. Vai in fondo vicino al footer della pagina fino a trovare un link simile a quanto segue:

<a rel="nofollow" style="display:none" href="https://example.com/?blackhole=1234567890" title="Do NOT follow this link or you will be banned from the site!">Name of Your Website</a>

Fai cli sul link (sul valore di href) per visualizzare il messaggio di avviso. Dopo aver visitato il messaggio di avviso, ricarica la pagina per visualizzare il messaggio di accesso negato (Access Denied). E/o visita una qualsiasi altra pagina del tuo sito per verificare che sei stato bannato. Ma non ti preoccupare, non sarai mai bannato dall’area amministrativa di WP o dalla pagina di login di WP. Quindi accedi e rimuovi il tuo indirizzo IP dall’elenco dei Bot dannosi per ripristinare l’accesso al front-end.

Maggiori informazioni su come verificare se Blackhole sta funzionando »

Come mai non vedo nessun bot?

Se non stai vedendo bot dannosi bloccati, ci sono diverse cose da tenere a mente:

  • Assicurati di aver impostato tutto come da documentazione qui sopra
  • I siti (più) nuovi potrebbero non ricevere molto traffico da bot dannosi
  • I siti con poco traffico potrebbero non ricevere molti bot dannosi
  • Verifica se stai utilizzando altri plugin che bloccano i bot
  • Non tutti i siti web (anche quelli popolari) ricevono tonnellate di bot
  • Blackhole non funzionerà se hai un plugin di cache nel sito
  • Nel dubbio, verifica se il plugin sta funzionando (vedi la precedente sezione qui sopra)

Quindi tieni a mente queste cose. Nella maggior parte dei casi è solo questione di tempo prima che qualche bot dannoso cada nel buco nero.

Inoltre, il plugin offre due impostazioni di “whitelist”:

  • Bot nella whitelist (consentiti)
  • IP nella whitelist (consentiti)

Per impostazione predefinita, alcuni elementi vengono automaticamente inseriti nella whitelist quando il plugin viene attivato. Ad esempio, il tuo indirizzo IP viene aggiunto all’impostazione IP della whitelist. Anche Chrome ed altri user agent vengono aggiunti all’impostazione user-agents della whitelist. Da tenere presente quando si testano le funzionalità del plugin.

Bot in whitelist (consentiti)

Blackhole for Bad Bots è rigorosamente testato per garantire che i bot dei più diffusi motori di ricerca NON SIANO MAI BLOCCATI. Qualsiasi bot che contiene nel nome del proprio user agent una delle stringhe seguenti avrà sempre accesso al tuo sito, anche se disobbedisce al robots.txt.

a6-indexer, adsbot-google, ahrefsbot, aolbuild, apis-google, baidu, bingbot, bingpreview, butterfly, cloudflare, chrome, duckduckgo, embedly, facebookexternalhit, facebot, google page speed, googlebot, ia_archiver, linkedinbot, mediapartners-google, msnbot, netcraftsurvey, outbrain, pinterest, quora, rogerbot, showyoubot, slackbot, slurp, sogou, teoma, tweetmemebot, twitterbot, uptimerobot, urlresolver, vkshare, w3c_validator, wordpress, wp rocket, yandex

Naturalmente questo elenco è del tutto personalizzabile tramite le impostazioni del plugin. Ogni stringa aggiunta è comparata allo user agent completo, quindi sii prudente. Impara di più sugli user agents dei maggiori motori di ricerca.

Puoi anche inserire i bot nella whitelist in base all’indirizzo IP. Visita l’impostazione “Whitelist IPs” ed inserisci l’indirizzo IP (separando più indirizzi IP con le virgole). Puoi anche inserire nella whitelist interi intervalli d’indirizzi IP. Nella stessa impostazione del plugin, aggiungi qualcosa di simile a questo:

123.456.

Ciò autorizza tutti i bot che hanno un IP che inizia con 123.456.. Puoi mettere gli indirizzi IP tra quelli consentiti anche utilizzando la notazione CIDR. Guarda la scheda Aiuto nella pagina delle impostazioni del plugin per i dettagli.

Personalizzazione

Blackhole fornisce numerosi hook per la personalizzazione e l’estensione:

blackhole_options
blackhole_badbots
blackhole_get_options
blackhole_get_badbots
blackhole_log_data
blackhole_trigger
blackhole_vars
blackhole_log
blackhole_ip_keys
blackhole_alert_name
blackhole_alert_subject
blackhole_alert_message
blackhole_alert_headers
blackhole_needle
blackhole_message_default
blackhole_message_custom
blackhole_message_nothing
blackhole_ignore_loggedin
blackhole_ignore_backend
blackhole_ignore_login
blackhole_block_status
blackhole_block_protocol
blackhole_block_connection
blackhole_ip_filter
blackhole_validate_ip_log
blackhole_settings_contextual_help
blackhole_badbots_contextual_help

Se hai bisogno di aggiungere un hook, scrivimi, sarò felice di agganciarlo 😉

Template di avviso personalizzato

Blackhole visualizza due tipi di messaggi:

  • Messaggio di avviso – visualizzato quando i bot seguono il link esca di blackhole
  • Messaggio di blocco – visualizzato per tutte le richieste effettuate da bot bloccati

Il messaggio di blocco può essere personalizzato tramite le impostazioni del plugin. Il messaggio di avviso può essere personalizzato preparando un template personalizzato:

  1. Copia blackhole-template.php dalla directory /inc/ del plugin
  2. Incolla il file nella directory del tuo tema, per esempio: /wp-content/my-awesome-theme/blackhole-template.php
  3. Personalizza il markup tra “BEGIN TEMPLATE” e “END TEMPLATE”
  4. Caricalo sul tuo server ed è fatta

Se il template personalizzato esiste nella directory del tuo tema, il plugin lo utilizzerà in automatico per visualizzare il messaggio di avviso. Se il template personalizzato non esiste nella directory del tuo tema, il plugin ripiegherà sul messaggio di avviso predefinito.

Suggerimento: anziché includere il template personalizzato nel tuo tema, puoi includerlo nella directory /wp-content/, così: /wp-content/blackhole/blackhole-template.php

Ulteriori opzioni disponibili nella versione Pro »

Disinstallazione

Blackhole for Bad Bots fa pulizia di sè da solo. Tutte le impostazioni del plugin e l’elenco dei bot dannosi sarà rimosso dal tuo database quando il plugin è disinstallato dalla schermata dei plugin. Dopo la disinstallazione non dimenticare di rimuovere le regole di Blackhole dal tuo file robots.txt. Si possono lasciare, non danneggiano nulla, ma non servono a nulla senza il plugin installato.

Più precisamente, Blackhole aggiunge solo due cose al database: le opzioni e l’elenco dei bot. Quando il plugin è disinstallato/cancellato tramite la schermata dei plugin, entrambi gli elementi sono rimossi automaticamente dalle seguenti linee di codice in uninstall.php:

delete_option('bbb_options');
delete_option('bbb_badbots');

Quindi dopo aver disinstallato il plugin ed eliminato le regole nel robots.txt, non ci sarà traccia di Blackhole for Bad Bots nel tuo sito.

Ti piace il plugin?

Se ti piace Blackhole for Bad Bots, dedica un momento per darci una valutazione a 5 stelle. Ci aiuterà a proseguire con lo sviluppo e migliorare il supporto. Grazie!

FAQ

Offri altri plugin per la sicurezza?

Sì, eccone tre:

La versione Pro con più funzionalità è disponibile presso Plugin Planet.

In che modo questo plugin è differente da un firewall?

Blackhole utilizza la propria “tecnologia intelligente sui bot” che blocca i bot solo se dimostrano comportamenti dannosi. I firewall generalmente sono “statici” e bloccano le richieste in base a schemi predefiniti. Questo significa che qualche volta i firewall bloccano visitatori legittimi. Blackhole non blocca mai i normali visitatori, ma solo i bot che disobbediscono alle regole del robots.txt del tuo sito. Quindi la percentuale di falsi positivi è vicina allo zero.

Il link esca non compare nel codice sorgente?

Affinché il plugin possa aggiungere il link esca alle tue pagine, il tuo tema deve includere i template tag, wp_footer(). Questi sono tag raccomandati per ogni tema WordPress, quindi il tuo tema dovrebbe includerli. Se non è così, puoi aggiungerli o contattare chi ha sviluppato il tema e chiedere aiuto. Ecco maggiori informazioni su wp_footer(). Una volta che il footer tag è stato aggiunto, il plugin sarà in grado di aggiungere il link esca alle tue pagine.

Saranno bloccati bot buoni come Google e Bing?

No. Mai. Tutti i bot dei maggiori motori di ricerca sono consentiti e non saranno mai bloccati. A meno che tu li rimuova dalle impostazioni dei consentiti, cosa che non è consigliata.

Penso che il plugin stia bloccando Chrome, Firefox, ecc

Impossibile perché il plugin non blocca mai in base allo user agent. Blocca solo in base all’indirizzo IP. Nessun altro criterio è utilizzato per bloccare qualsiasi altra cosa.

Come si aggiungono manualmente dei bot a Blackhole?

Domanda: è possibile bloccare alcuni bot semplicemente aggiungendoli all’elenco di quelli bloccati e negare loro l’accesso al mio sito web?

Risposta: con la versione gratuita non è possibile, ma la versione Pro include un modo semplice per aggiungere bot manualmente (tramite il log dei bot dannosi).

Come aggiungo altri bot all’elenco dei consentiti?

Vai alle impostazioni del plugin e aggiungili all’elenco.

Come reimposto l’elenco dei bot bloccati?

Vai alle impostazioni del plugin e fai clic sul pulsante.

Come elimino il bot di esempio/predefinito dal log dei bot?

Con la versione gratuita non è possibile, ma lo puoi fare con la versione Pro.

Come posso disabilitare le email di avviso?

Vai alle impostazioni del plugin e fai clic sul pulsante.

Esiste una versione indipendente di Blackhole?

Sì. Vai su Perishable Press per scaricare la version basata su PHP che non richiede WordPress.

Esiste una versione Pro di Blackhole?

Sì, la versione Pro è disponibile presso Plugin Planet.

Il multisito è supportato?

Non ancora, ma è nella lista delle cose da fare.

Quali indirizzi IP sono aggiunti come predefiniti?

L’indirizzo IP del tuo server e il tuo indirizzo IP locale (home) o qualsiasi IP utilizzi quando installi il plugin.

Posso includere manualmente il link di Blackhole?

Sì, puoi aggiungere il codice seguente in qualsiasi punto del template del tuo tema:

<?php if (function_exists('blackhole_trigger')) blackhole_trigger(); ?>

I bot elencati tra quelli consentiti devono contenere il nome esatto?

Domanda: i bot elencati tra quelli consentiti devono contenere il nome esatto o posso usare un nome parziale?

Risposta: puoi utilizzare nomi parziali o interi, dipende da quanto vuoi essere specifico con il blocco. Se guardi le stringhe dei bot consentiti predefiniti, vedrai che sono solo una parte dell’intero nome dello user agent. Quindi per esempio potrai bloccare tutti i bot che includono la stringa “qualunquebot” includendo quella stringa nelle impostazioni dell’elenco di quelli consentiti. Tutto ciò rende più facile il blocco dei bot, ma devi stare attento ai falsi positivi.

E per quanto riguarda il file robots.txt automatico (nascosto) di WordPress?

Come comportamento predefinito WordPress serve automaticamente un file robots.txt “virtuale”, nascosto, a qualsiasi cosa lo richieda. Quando aggiungi il tuo “vero” file robots.txt, WordPress non genera più quello virtuale. Quindi quando si tratta di WordPress e il file robots.txt, quello vero vince su quello virtuale. Blackhole Pro richiede che tu aggiunga qualche regola al tuo file robots.txt attuale, ma non crea/aggiunge nessuna regola nel robots o il file robots.txt per te. Controlla la scheda Aiuto del plugin per maggiori informazioni.

Quali plugin di cache per WP sono compatibili con Blackhole?

Guarda la sezione “Plugin di cache” nella documentazione del plugin

Blackhole rimuove tutto durante la disinstallazione?

Sì! Come spiego nella sezione “Disinstallazione” della documentazione del plugin, quando Blackhole è disinstallato tramite la schermata dei plugin, rimuove ogni cosa dal database. Dopo la disinstallazione non dimenticare di rimuovere le regole di blackhole dal tuo file robots.txt. A quel punto non ci sarà traccia del plugin nel tuo sito.

Come si disabilita il lookup dell’hostname?

Per impostazione predefinita il plugin utilizza la funzione PHP gethostbyaddr() per effettuare il lookup dell’hostname per le richieste bloccate. Questo va bene nella maggior parte dei server, ma in qualcuno potrebbe manifestarsi un leggero rallentamento. Quindi per coloro ai quali potrebbe servire, il seguente codice può essere aggiunto per disabilitare il lookup dell’host:

function blackhole_enable_host_check() { return false; }
add_filter('blackhole_enable_host_check', 'blackhole_enable_host_check');

Tale codice può essere aggiunto nel functions.php del tema o del tema child, oppure tramite un plugin personalizzato.

Come si disabilitano le voci di errore nei log?

Per impostazione predefinita il plugin aggiunge una voce al log degli errori del sito per tutti gli indirizzi IP non validi. Per disabilitare questa funzionalità, aggiungi il seguente codice al file functions.php del tema o del tema child, oppure aggiungi tramite un plugin personalizzato:

function blackhole_validate_ip_log_custom($log, $ip) { return ''; }
add_filter('blackhole_validate_ip_log', 'blackhole_validate_ip_log_custom', 10, 2);

Come si abilita la protezione di Blackhole per la pagina di accesso?

Come comportamento predefinito Blackhole non blocca mai nulla nella pagina di accesso di WP. Al fine di prevenire blocchi accidentali dei nuovi utenti dal loro sito.

Per modificare il comportamento predefinito e aggiungere la protezione di Blackhole alla pagina di accesso, aggiungi il seguente codice al functions.php del tema o del tema child, oppure aggiungi tramite un plugin personalizzato:

function blackhole_ignore_login($ignore) { return false; }
add_filter('blackhole_ignore_login', 'blackhole_ignore_login');

Se rimani inavvertitamente chiuso fuori, rimuovi semplicemente il codice e la pagina di accesso sarà di nuovo raggiungibile.

Come evitare le regole automatiche di robots.txt?

Per impostazione predefinita, Blackhole aggiungerà automaticamente le regole necessarie al file robots.txt del tuo sito web. Questo avviene solo quando si utilizza il file robots.txt generato automaticamente da WordPress.

Quindi, se preferisci aggiungere le regole da solo e non lasciare che Blackhole apporti modifiche al file robots.txt, aggiungi semplicemente un file robots.txt fisico invece di utilizzare quello che altrimenti verrebbe generato da WordPress. Se nella directory principale del tuo sito web esiste un file robots.txt fisico, WordPress non lo genererà automaticamente e Blackhole non aggiungerà alcuna regola né apporterà alcuna modifica.

Hai domande?

Invia domande o feedback tramite il mio modulo di contatto

Recensioni

18 Giugno 2024 3 risposte
I added this to my site; when I tried to add Google Analytics, they scanned my site and then my URL was marked with phishing — this plugin was one of the culprits. I don’t believe this plugin itself has phishing content, but the way it’s coded into the website gives a red flag to Criminal IP because it’s a ‘hidden element.’ I’m getting this report with some other plugins too, but I just wanted to make everyone aware in case this ever happens to them.
11 Marzo 2024 7 risposte
I hate to give a negative score and I am sure it’s a great plugin for those who have a set up where it works, but for me it turned out this plugin was not compatible with LSCache. Had to uninstall it. Edit: I changed the score after discussions with the author. It’s a great plugin and I was being unfair. Hope to see with work with cache plugins in the future.
1 Marzo 2024 1 risposta
This is a great, easy to setup, plugin, that I highly recommend. I have it installed on about 15 websites I manage. A simple and effective solution for cutting down on malicious and resource wasting bot activity.
Leggi tutte le recensioni di 138

Contributi e sviluppo

“Blackhole for Bad Bots” è un software open source. Le persone che hanno contribuito allo sviluppo di questo plugin sono indicate di seguito.

Collaboratori

“Blackhole for Bad Bots” è stato tradotto in 5 lingue. Grazie ai traduttori per i loro contributi.

Traduci “Blackhole for Bad Bots” nella tua lingua.

Ti interessa lo sviluppo?

Esplora il codice segui il repository SVN, segui il log delle modifiche tramite RSS.

Changelog

Se ti piace Blackhole for Bad Bots, dedica un momento per darci una valutazione a 5 stelle. Ci aiuterà a proseguire con lo sviluppo e migliorare il supporto. Grazie!

3.7 (2024/03/06)

  • Aggiorna / sincronizza la pagina delle impostazioni dei plugin
  • Updates default translation template
  • Migliorati i documenti / readme.txt del plugin
  • Test su WordPress 6.5 (beta)

Per il changelog completo @ https://plugin-planet.com/wp/changelog/blackhole-bad-bots.txt