Supporto » Aspetto = Temi » Aggiornamento del tema – come gestirlo

  • Robye

    (@robye)


    ho un sito in costruzione con wordpress 6.4.3 e il tema di default Twenty Twenty-Four.
    Come mi conviene agire per evitare problemi in un futuro aggiornamento?

    In realtà,
    sto usando il tema di default Twenty Twenty-Four,
    senza aggiungere css o html aggiuntivi,
    ma agendo nelle modifiche solo con l’editor del tema,

    facendo un mixup dei gruppi predefiniti etc etc, cambiando le impostazioni font, margini, altezze etc
    solo con l’editor dei blocchi…
    Usare un child-theme o un child-plugin in questo caso sarebbe comunque consigliabile o perfettamente inutile?
    Usando un tema child con style.css e functions.php, le modifiche attuate sul tema di default con il suo editor vengono “salvate” su functions.php? non credo..
    L’aggiornamento del tema dove andrebbe principalmente ad agire?

    Stavo pensando di installare un duplicato del sito per testare gli eventuali aggiornamenti e così riproporli sul sito principale senza rischi,
    Può essere un idea corretta?

    • Questo topic è stato modificato 2 mesi fa da Robye. Motivo: cambio pagina forum
Stai visualizzando 3 risposte - dal 1 al 3 (di 3 totali)
  • Le modifiche e personalizzazioni vanno inserite tramite tema child, mai modificando il tema principale.

    Chi ha creato la discussione Robye

    (@robye)

    in realtà la mia domanda era diversa

    Usando un tema child con style.css e functions.php, le modifiche attuate sul tema di default con il suo editor vengono “salvate” su functions.php? non credo..

    No, infatti. Quei files servono a sovrascrivere, modificare o estendere stili e funzionalità del tema padre senza rischiare di perdere queste personalizzazioni al primo aggiornamento. In pratica sono i files in cui definisci le modifiche che vuoi fare senza mettere mano al codice del padre.

    Le modifiche che fai via child theme vengono salvate quando salvi i files su cui le hai fatte. Le modifiche che fai con l’editor invece vengono salvate nel database quando salvi dall’editor.

    Questo non significa che creare un child theme sia ormai sempre e comunque inutile… direi che dipende da quanto le tue personalizzazioni contano sulle caratteristiche definite negli stili o – ormai più probabilmente – nel file theme.json del padre.

    Per esempio, se hai modificato il colore di background di un certo blocco ma non quello del testo, perché ti stava bene quello di default, un domani una modifica alla palette dei colori dei tema potrebbe andare comunque a ripercuotersi sull’aspetto generale del tuo blocco personalizzato. (è un esempio un po’ stupido, ma è per capirci).

    Se hai tempo e sei a tuo agio con l’inglese, ti consiglio di leggere questo articolo su temi a blocchi e child themes .

    Un passo di questo articolo risponde proprio alla tua domanda e, tradotto al volo, suona più o meno così:

    Perderò i miei stili e le mie impostazioni se il file theme.json del tema padre viene aggiornato?

    Dipende. Ci sono due modi di proteggere i tuoi stili: aggiornandoli e salvandoli negli stili globali del site editor oppure includendo un file theme.json nel tuo child theme.

    Io ho provato solo il secondo metodo perché risponde meglio alle mie esigenze. Non ho esperienza diretta con un modo completamente no-code di modificare le cose… Forse qualcuno di più esperto può risponderti meglio.

    Nel frattempo, la tua idea di crearti un sito di staging in cui fare prove in sicurezza mi sembra ottima.

Stai visualizzando 3 risposte - dal 1 al 3 (di 3 totali)
  • Devi essere collegato per rispondere a questo topic.