Supporto » Aspetto = Temi » Cambio tema difficoltoso

  • silgadriel

    (@silgadriel)


    Ciao a tutti, mi sto picchiando da parecchio tempo con un problema che non riesco a risolvere né dopo essermi spulciata il forum che andando in giro per internet. Ho acquistato un tema che mi piace molto, e rispetto al mio sito attualmente online è molto più dinamico e interattivo. Siccome dovrò fare parecchi cambiamenti per adattare i miei articoli, il sito tratta di ricette di cucina, dovrò modificare a mano circa 400 articoli una volta trasferiti. Un lavoro enorme, e lo vorrei fare tranquillamente mentre il mio sito è online. Un mio amico mi aveva detto che c’è la possibilità di fare un url “demo”, in modo da poter cambiare con tutta calma parametri, articoli ecc e poi alla fine metterlo semplicemente online. Qualcuno sa la procedura, che sia in locale o remoto, per poter fare questo cambio di tema totale, e anche abbastanza lungo? Come vi siete accorti mastico da poco wordpress e file relativi, spero riusciate a darmi una mano 🙂
    grazie mille
    Cris

    La pagina su cui ho bisogno di aiuto: [devi essere connesso per vedere il link]

Stai visualizzando 2 risposte - dal 1 al 2 (di 2 totali)
  • luca21

    (@luca21)

    Ciao @silgadriel ,

    quel che vuoi fare non solo è possibile ma è anche una pratica abbastanza comune.

    Il sito viene trasportato in un ambiente “di sviluppo”, lavorato e poi ripristinato con le modifiche nell’ originale ambiente “di produzione” in cui, intanto, rimane funzionante il sito vecchio.

    Per poter essere svolta senza intoppi la cosa richiede una certa “masticazione” sia di WP come del Web più in generale. Spero che tu ce l’abbia 🙂

    Svolgere il lavoro in locale o in remoto è la stessa cosa.

    Se lo fai in locale devi preventivamente installare un server sul PC. I più usati sono WampServer e Xampp. Da ricordarsi che, quando si lavora su server locale, wp richiede che la connessione sia attiva per funzionare bene.

    Se lo fai in remoto devi avere uno spazio server adatto a Wp.
    Può essere un sottodominio anche detto terzo livello. Alcuni fornitori lo mettono a disposizione gratuitamente con la prospettiva che poi tu prenda un hosting da loro.
    Se possibile è meglio bloccare la cartella del sito in sviluppo per evitare che gli spider l’esaminino. Il blocco si fa da server se il fornitore consente la possibilità.
    Altrimenti ci si può limitare a dare istruzioni a WP perché vieti l’ accesso agli spider dei motori di ricerca (Googlebot ad esempio) nel sito di sviluppo.

    Una volta che hai il server, locale o remoto, devi migrare il tuo sito.
    Una migrazione è in pratica un backup del tuo sito e un ripristino su server diverso. Probabilmente anche dominio diverso.
    Qui bisogna fare attenzione a tutti i vari link del sito originale che devono essere modificati per fare in modo che tutto funzioni anche sul server di sviluppo.

    Alcuni plugin fanno questo.
    Queste pagine ne elencano alcuni:

    [ Rimosso perchè prodotto commerciale]

    Altri ne troverai sono cercando nel repository dei plugin di Wp.

    https://wordpress.org/plugins/all-in-one-wp-migration/
    https://wordpress.org/plugins/duplicator/

    [ Rimosso perchè prodotto commerciale]

    Una volta fatta la migrazione e costatato che tutto funziona, è possibile fare le modifiche che si vuole con tutta la calma.

    Al termine si segue il percorso inverso e si migra nuovamente, questa volta da ambiente di sviluppo a server originale.

    Buon Lavoro!
    Ciao

    silgadriel

    (@silgadriel)

    Eh beh… grazie Luca sei stato veramente chiaro e accurato. Confesso che un poco mi sono demoralizzata, perché il lavoro è veramente tanto e bello complicato per chi non è del settore. Ma so che poi alla fine mi ci picchierò comunque, non fosse altro per non perdere i soldi pagati per il tema 🙂
    Non so davvero come ringraziarti, intanto mi salvo il tuo msg, poi a settembre inizio… incrocia le dita x me 🙂

    Grazie ancora
    Cris

Stai visualizzando 2 risposte - dal 1 al 2 (di 2 totali)
  • Devi essere collegato per rispondere a questo topic.