Risposte nei forum create

Stai visualizzando 15 risposte - dal 1 al 15 (di 21 totali)
  • alessandro12

    (@alessandro12)

    Voi potreste aiutarmi?

    Penso di sì.

    Ho scaricato il plugin però non prendo un account mailpoet perché non devo inviare newsletters. Quindi non ho capito quali dns ti servano.

    Ci vogliono informazioni più precise sul tuo sito. Se te la senti puoi inviarle ricordando che sul forum diventeranno pubbliche.

    Ad esempio, dici che hai come host Gmail. Cosa significa? Hai una mail gmail che vuoi usare per la newsletter oppure il sito è ospitato su Google Cloud? ( le vps di Google ).

    Non puoi modificare i dns di gmail, ovvio, solo quelli che riguardano le tue cose. Forse invece di usare una gmail puoi abilitare e usare una tua mail, del tuo dominio.

    I servizi tipo MailPoet in genere fanno il relay delle mail, provvedendo alla sola consegna delle stesse, tramite server postali che sono considerati “trusted”, ovvero che non fanno spam.

    Ci sono msg di errore nella console del browser.

    init popups ✔ pum-site-scripts.js:7:12348
    
    Error: The domain TEMPORITROVATOLIBRI.IT is not authorized to show the cookie banner for domain group ID efd0c148-f93e-42c7-934d-1194e1aab0be. 
    Please add it to the domain group in the Cookiebot Manager to authorize the domain. cc.js:1:313
    

    Da quel che si capisce il popup viene inizializzato ma poi si genera un errore. Un qualche banner pubblicitario non è stato autorizzato. Non l’hai specificamente autorizzato mi sembra.

    Dovrebbe essere una configurazione del plugin che hai fatto che manca di qualcosa o è sbagliata. Magari non volevi banner pubblicitari o non ne volevi uno specifico ma senza di quelli il plugin non funziona. Non conosco per nulla il plugin che hai usato, Popup Maker.

    Per andare sul sicuro si potrebbe anche segnalare la cosa nell’apposito forum del plugin. https://wordpress.org/support/plugin/popup-maker/

    Ho provato a chiamare il sito da cellulare.

    Lo vedo bene. Niente di sfocato.

    Se vogliamo essere pignoli, una cosa ci sarebbe. Non è velocissimo ad arrivare quindi potrebbe far comodo l’uso di una cache.

    Probabilmente Hostinger è in grado di fare la cache da server altrimenti un plugin di cache possibilmente associato ad una CDN ( una rete di contenuti diffusi ) andrà bene.

    Se non hai già sbloccato la pagina amministrativa è meglio provare a disabilitare un plugin dopo l’altro finché non riprende a funzionare.

    Per disabilitare un plugin senza avere la pagina amministrativa funzionante si può fare rinominando la cartella che contiene il plugin.

    Fai un accesso ftp e trova la cartella del plugin wp mail smtp che potrebbe essere il responsabile del blocco. Io ho caricato la versione free. Tu hai la versione pro e il nome potrebbe essere leggermente diverso.

    /wp-content/plugins/wp-mail-smtp
             rinomina in 
    /wp-content/plugins/Xwp-mail-smtp
    
    con una X davanti sarà poi facile ritrovarla quando ti servirà di nuovo.
    

    Se la pagina amministrativa ancora non funziona bisogna rinominare anche gli altri plugins, uno dopo l’altro. Ad un certo punto dovrebbe andare.

    Quando la pagina amministrativa funzionerà di nuovo, rinomina i plugins “non colpevoli” sempre uno dopo l’altro.

    alessandro12

    (@alessandro12)

    Un modo semplice di redirigere il sito erroneamente creato è quello di inserire un frammento di codice nel file ‘index.php’ del sito in eccesso. All’inizio del file in modo che sia la prima istruzione che si incontra.

    Il frammento fa un redirect permanente e viene memorizzato nei motori di ricerca, rendendo il redirect stesso abbastanza veloce.

    header("Location: https://www.elenaferro.it/", true, 301);
    exit;

    Se hai intenzione di provare questo ti manderò qui nel forum dei post più dettagliati ( passo passo ) su come fare.

    Non riesco a vedere lo screenshot ma suppongo che tu voglia “Suore a Pontenure” in un’unica riga e non su due.

    Credo che non ci siano soluzioni facili per la modifica dei menu e inoltre hai un tema “hueman pro” che, essendo a pagamento, è fuori dalle possibilità del forum.

    Penso che la cosa migliore sia contattare l’assistenza di Hueman.

    Buon anno anche a te.

    Dunque, ho provato a installare il tema, “fluida” però l’errore che segnali non mi si riproduce. Evidentemente da me non viene eseguito il frammento di codice che sbaglia.

    Comunque, il messaggio di errore dice che una certa funzione “locate_block_template” riceve, in uno dei parametri, una stringa invece di un array. In effetti la definizione vuole un array in ingresso per $templates:

    function locate_block_template( $template, $type, array $templates ) { ecc. ecc.

    Chissà perché, per qualche strana ragione viene passata una stringa invece di un array. Forse un php più datato di quello che hai non segnala nulla, non so.

    L’errore potrebbe essere del template, quindi e non di php.

    Forse la cosa migliore è scrivere al forum del tema: https://wordpress.org/support/theme/fluida/

    Fai sapere, ciao.

    Bisogna fare un backup / migrazione con un plugin adatto. Non sono mai riuscito a trovare nessun altro modo.

    Questa è una fase delicata perchè l’ambiente live deve essere preventivamente sgomberato da tutti i vecchi files e il database deve essere svuotato. Il “restore” deve trovare un ambiente vuoto in pratica.

    Bye

    Se non erro il database MySql non usa la porta 888 ma la 3306 che è anche quella di default. Dovrebbe essere semplicemente define( ‘DB_HOST’, ‘localhost’ ); . Perché questo file non è stato impostato dalla “installazione in 5 minuti” di wp ?

    XAMPP funziona in più di un modo. Ce l’ho anch’io. Ne ho avute varie versioni e installazioni in passato, seguendo gli sviluppi di php. Ebbene non ce n’è stata una che si è comportata come la precedente. Questa di adesso gira su Linux e il sito locale bisogna chiamarlo, ad esempio, con sitouno.localhost. Però php inizia a diventare vecchiotto, ci vorrà quello nuovo e la procedura di installazione non è per nulla entusiasmante. Per fortuna, XAMPP si riesce sempre a farlo andare in un modo o in un altro.

    Una cosa che ho imparato sia meglio non fare è mettere il sito direttamente nella cartella htdocs. E’ preferibile crearne una nuova, una sottocartella “sito” e installare qui wordpress. Potrai poi ulteriormente installare quanti siti locali distinti vorrai in altrettante sottocartelle di htdocs.

    Lascerei perdere la sottodirectory in favore di un ambiente pulito, un sottodominio appunto. Anche lo sviluppo locale non è male. Qui però potresti trovarti con un php diverso da quello “live” e qualche differenza nei permessi file che non mancheranno poi di destare perplessità una volta fatta la migrazione definitiva.

    L’importazione delle news è indolore se sono poche altrimenti le dimensioni contano. Se c’è 1 G o più di materiale da trasferire la cosa non sarà comunque semplicissima.

    Buon lavoro.

    Buon Natale anche a te.

    Penso che non sia un malware. Le pagine sul sito funzionano bene, allora dev’essere una cosa del motore di ricerca. Hai provato con altri? Duckduckgo, Bing ecc?

    Ho trovato solo una cosa. Uno degli endpoint delle Rest Api di WP, che sono indicate nella Head del sito, è malformato. Precisamente questo: https://artofhair.it/wp-json/oembed/1.0/embed?url=https%3A%2F%2Fartofhair.it%2F&format=xml

    Però dubito che sia la ragione per cui Google indirizza in realtà solo la home page del sito.

    Buongiorno @webepc,

    Devo essermi espresso male.

    Non ci sono problemi con php 8.3.0. L’ultimo WordPress è perfettamente compatibile con php 8.3.0. Verificato su un sito live, in produzione. Funziona bene.

    Stiamo uscendo credo. Se l’argomento interessa apriremo una discussione nuova.

    Piccola informazione, magari interessa a qualcuno.

    Su un sito ho installato php 8.3.0

    Ci sono solo i plugin più comuni comunque funziona bene. Sembra anche un filino più veloce di prima.

    Si può provare con un css leggermente diverso:

    img.td-retina-data.td-retina-version {
       width: 725px !important;
       height: 250px !important;
    }

    Questa regola css, inserita nella pagina con gli strumenti di sviluppo del browser che sono sempre disponibili, aumenta effettivamente la dimensione del logo e non mi sembra di vedere problemi di risoluzione dell’immagine. Dovrebbe funzionare anche inserendola nell’editor css della dashboard del sito.

Stai visualizzando 15 risposte - dal 1 al 15 (di 21 totali)