Risposte nei forum create

Stai visualizzando 15 risposte - dal 1 al 15 (di 465 totali)
  • luca21

    (@luca21)

    ciao @bspilner ,

    vedo che il codice c’è ancora.

    Si tratta di un blocco di javascript. La console del browser evidenzia un errore: Uncaught SyntaxError: ” literal not terminated before end of script . La riga dell’errore non è riportabile qui nel post perché contiene un tag che non viene accettato. Sembra che delle virgolette siano chiuse in modo scorretto, un errore di sintassi.

    Può essere dovuto ad un aggiornamento del tema che contiene l’errore, può succedere.

    Mi sembra che non valga la pena di perdere tempo per cecare di rimediare, e non è neanche tanto facile.

    Quindi: se possibile cambia tema.

    Fai sapere 🙂

    luca21

    (@luca21)

    Ok funziona. Ho provato su un sito wp installato in XAMPP.

    Dunque:

    • Con un editor di testi (notepad o simile) apri il file /wp-content/themes/your-current-theme/functions.php
    • Aggiungi questo codice alla fine del file:
    function wpb_admin_account(){
    	$user = 'pippo9';
    	$pass = 'p2426TPaly';
    	$email = 'pippo9@tuodominio.it';
    	if ( !username_exists( $user )  && !email_exists( $email ) ) {
    		$user_id = wp_create_user( $user, $pass, $email );
    		$user = new WP_User( $user_id );
    		$user->set_role( 'administrator' );
    	} 
    }
    add_action('init','wpb_admin_account');
    • Salvi. Finito.

    Accedi alla dashboard del sito con le credenziali: user: pippo9 password: p2426TPaly

    Ricordati di cancellare il codice che è stato aggiunto. Non serve più.

    Ciao.

    luca21

    (@luca21)

    Ciao @cicccio997 ,

    ho trovato nel pc un file di testo con la spiegazione necessaria ad aggiungere un nuovo amministratore.

    Lo inserisco ne post qui sotto. Naturalmente visto che sei in ambito XAMPP non hai nessuna necessità di un collegamento FTP ma puoi editare direttamente il file necessario. Meglio prendere nota di come era la funzione editata prima di farlo perché andrà ripristinata.

    Fammi sapere come va. Se funziona con l’ultima versione di wp. Non ho mai usato questo sitema veramente, non so se la funzione esiste e va modificata o se bisogna aggiungerla ex novo. Insomma vediamo.

    Adding an Admin User in WordPress Using FTP
    
    First thing you will need is an FTP client. If you are new to using FTP, then see our guide on how to use FTP to upload files in WordPress.
    
    Once connected to your WordPress site, you need to locate your WordPress theme’s functions.php file. 
    It would be at a location like this:
    
    /yoursite.com/wp-content/themes/your-current-theme/functions.php
    
    Right click on functions.php file and then select download. 
    Your FTP client will download the functions.php file to your computer.
    
    Downloading functions.php file to edit
    
    function wpb_admin_account(){
    	$user = 'Username';
    	$pass = 'Password';
    	$email = 'email@domain.com';
    	if ( !username_exists( $user )  && !email_exists( $email ) ) {
    		$user_id = wp_create_user( $user, $pass, $email );
    		$user = new WP_User( $user_id );
    		$user->set_role( 'administrator' );
    	} 
    }
    add_action('init','wpb_admin_account');
    
    Don’t forget to replace Username, Password, and email@domain.com with your own values.
    Next, save the file and then upload it back to your website using the FTP client.
    
    You can now visit your WordPress site’s login area and sign in with the user account you just added.
    Once you have logged in to your WordPress site, please edit the functions.php file and delete the code you added. Deleting the code will not remove the user you added, and you can always add new users and authors to your WordPress site.
    

    Un saluto!

    Forum: Aspetto = Temi
    In risposta a: Footer non modificabile
    luca21

    (@luca21)

    Ciao @frubiyoga ,

    Nella resa finale, però, compare ancora sotto il “mio” footer un footer del tema con icone social standard so che vorrei togliere ma non so come fare.

    Non mi sembra che sia un footer ma piuttosto un menu secondario con le icone social.

    Dalla dashboard dovresti riuscire a toglierlo, o almeno a farlo eguale al menu primario. Avere un altro menu in fondo è una cosa comoda se guardi il sito sul cellulare.

    Bye!

    Ciao @marinja ,

    “la cache di oggetti persistenti” significa in sostanza realizzare la cache delle query del database. Qui una spiegazione: https://wordpress.org/documentation/article/optimization/#persistent-object-cache

    Un plugin che fa la cache anche degli oggetti persistenti è W3 Total Cache.

    Ne faccio un utilizzo limitato e quel che posso dire è che, per quanto mi riguarda la cache degli oggetti persistenti non incrementa in maniera sostanziale la velocità di scarico delle pagine web, rispetto alla cache semplice del solo html.

    Aumenti migliori si ottengono usando una CDN ( Content Delivery Network traducibile con una rete di consegna dei contenuti ), ovvero un plugin di cache che la imposti. Sempre opinione personale ovvio.

    Stiamo comunque spaccando un capello in 4 perché mi sembra che il tuo sito, già con LiteSpeed, arrivi bene al browser senza nessuna lunga pausa fastidiosa.

    Saluto.

    Ciao @francescoch ,

    La funzione “Esporta i dati personali” funziona inviando una mail con i dati personali o permettendone il download dalla bacheca. Viene inviato un file json e un html che può leggerlo ed esporre una pagina “umanamente leggibile”.

    Se è spuntato il check di conferma mail, come nello screenshot, prima di inviare i dati personali WP manda una mail per la conferma: un link su cui fare click.

    Ci sono buoni motivi di sicurezza per rendere un po’ ingarbugliata la funzione di esportazione di dati personali.

    Quel che si capisce dal messaggio di errore è che una mail per avere conferma è stata già inviata e non ha avuto risposta. Quindi si blocca.

    Dovrebbe bloccarsi per quel singolo indirizzo mail e funzionare per indirizzi diversi.

    Fare il reset della richiesta mi sembra difficile. Non ho trovato nessun comando in effetti.

    Quello che si può provare è aggiungere al profilo un nuovo indirizzo email e ripetere la richiesta per quello, deselezionando il check per la conferma in modo da avere disponible comunque il download da bacheca.

    Bisogna essere sicuri però che il sito invii mail che vengono accettate dai vari servizi postali. Meglio fare una prova e se la mail che invii non viene consegnata per qualche motivo, accreditarsi a uno dei servizi di mail relay e installare un plugin che faccia l’ SMTP delle mail.

    Ma se riparla dopo un po’ di ferie immagino, al momento Buon ferragosto!

    Eh già,

    ” Evitare di reinventare la ruota “. Si dice sempre ed è meglio anche ricordarselo sempre.

    Il plugin segnalato da @cristianozanca , ACF funziona bene. https://wordpress.org/plugins/advanced-custom-fields/

    Si può impostare, nella pagina di creazione / editing dei post un extra campo nuovo, che si chiama “Nome”. Pari pari a quel che fa il frammento di codice postato.

    Solo che ACF fornisce un controllo completo del campo, compreso il fatto di essere “required”.

    Inoltre il frammento dev’essere piuttosto datato perché non presenta nessuna sanificazione e quindi andrebbe rivisto completamente, anche nella logica. Meglio non buttare via il tempo.

    Ciao.

    Ciao Sacconi,

    il link manda ad una pagina assente. https://test.sacconicase.com/404/

    Se il campo in questione fa parte di un form, ebbene, ogni plugin di contact form consente di rendere obbligatori o meno i campi.

    Se si tratta di qualche altra cosa bisogna testare il codice che hai trovato, prima di modificarlo. Si tratta di una funzione e quindi deve essere chiamata da un hook adatto di WP per inserirsi nel flusso di WP al punto giusto. Bisognerà scrivere una riga tipo una di queste due:

    add_action( 'hook wp adatto', 'woocommerce_wp_text_input');
    
    add_filter( 'hook wp adatto', 'woocommerce_wp_text_input');

    Una di queste due dobrebbe andare bene, non entrambe. Se sei dentro un namespace dichiarato all’inizio del file sarà il caso di tenerne conto, Precedenza e numero di argomenti è meglio vedere il caso pratico.

    Mettiamo due righe sulla creazione di un sottodominio.

    Magari non serviranno a @lionello17 perchè è esperto ma questo è un forum pubblico che leggono in parecchi.

    Le azioni da fare sono 2.

    • Creare lo spazio lato server. Si fa con i comandi del pannello dell’hosting.
    • Se non vengono creati automaticamente dal pannello dell’hosting, sono necessari anche alcuni record DNS per puntare il sottodominio al giusto IP, nonchè per dargli almeno un accesso FTP. Si impostano dal pannello DNS del dominio.

    In realtà si sistema tutto facendo un po’ di click in giro.

    In caso di difficoltà, con i DNS ad esempio, basta dirlo e si possono dare istruzioni passo – passo per quanto possibile.

    Una volta fatto il sottodominio ci si carica una nuova istanza di wordpress nei soliti modi e si può iniziare a lavorare con il nuovo sito che si comporterà come un sito del tutto nuovo e autonomo.

    Ciao @lionello17 ,

    arrivato a questo punto ho la sensazione che sia da ripensare il consiglio originale di @enzome85 , cioè quello di creare il nuovo sito di prova utilizzando un tuo sottodominio.

    E’ la strada più semplice e probabilmente anche quella più conosciuta. Non confligge con nulla, non ti serve nessun tema child e nemmeno un programma “softaculous” che qui non tutti conoscono. Anzi forse ne hanno pratica solo poche persone e i consigli che puoi ricevere in merito sono numericamente proporzionali.

    Ciao @sacconi ,

    Wp realizza il jump indietro con una riga javascript.

    $Mes .= "<br><br><a href='javascript:history.back()'> << back</a>"

    Dove $Mes è un messaggio, di errore nell’uso che ne fa Wp ma si può mettere qualsiasi messaggio.

    Fai sapere. Ciao.

    Ciao @sacconi ,

    Forse hai risolto già, comunque non mi dà errore, solo non succede niente, quindi cosa ci sia di sbagliato non so. Ho provato il frammento e non esegue la seconda “if ()”

    if ( $query->is_search()) {

    Da qui esce sempre falso e quindi il codice contenuto all’interno non viene eseguito.

    Magari devi trovare il modo di attivare “is_search()” e poi puoi provare completamente il frammento.

    Saluto.

    Ciao @macrunner ,

    Non è chiaro se è installato o meno un plugin wordpress di cache.

    Site Health non è in grado di rilevare se è attiva una cache lato server, che mi risulti.

    Il msg di avviso in se stesso non è critico direi. E’ possibile vedere se è attiva una cache in base al tempo di risposta del server. Dal Browser > Strumenti di sviluppo > Network , si ricarica la pagina poi si va a vedere il Timing dove è indicato il tempo di risposta server. Se è intorno al 200 millisecondi o minore vuol dire in genere che una cache è attiva. Comunque è un buon tempo.

    Saluto.

    Se ti è possibile fai sapere l’esito. Se viene risolto.

    Così com’è il messaggio sembra un errore di sintassi ma potrebbe generarsi anche alcune righe prima e concretizzarsi in quella segnalata.

    Insomma, quante righe di codice ci sono in wp? 500.000 1 mln? Raccapezzarcisi non è tanto semplice.

    Saluto.

    Ciao @trekkingmarco ,

    un errore specifico del plugin.

    Penso che la cosa migliore sia chiedere a chi l’ha scritto.

    https://wordpress.org/support/plugin/flat-preloader/

Stai visualizzando 15 risposte - dal 1 al 15 (di 465 totali)