Risposte nei forum create

Stai visualizzando 9 risposte - dal 196 al 204 (di 204 totali)
  • Se per salvare le opzioni con lo stesso nome, intendi dire serializzare le informazioni nel database non ne sono molto sicuro.

    In fin dei conti, quando necessario, uso sempre le funzioni interne di WordPress che in genere sono incaricate proprio di fare questo lavoro e quindi non mi preoccupo molto di questa cosa.

    È una cosa che dobbiamo indagare, ma perché ti serve questa informazione?

    Cmq per salvare le opzioni del customizer nella tabella wp_options devi soltanto modificare il valore di type in option.

    Spero di aver chiarito almeno parte dei tuoi dubbi 🙂

    Forum: Aspetto = Temi
    In risposta a: Template SENZA blog

    Ciao @selena76,

    purtroppo per te non hai scelto un CMS che è dedicato alla creazione di siti statici, WordPress nasce per prima cosa come una piattaforma di blogging (ottimo strumento promozionale tral’altro), ma allo stesso tempo puoi decidere di nascondere questa funzionalità in qualsiasi tema desideri.

    Tutto quello che devi fare è andare in Impostazioni -> Lettura e selezionare una pagina statica da usare come homepage.

    Opzione per modificare la home

    Una volta fatta questa piccola modifica puoi creare altre pagine per aggiungere il contenuto che desideri.

    Ciao @wido,

    veramente una bella domanda e da utente skillato tra l’altro 😉

    Nel mio blog ho trattato diverse volte questo argomento, ma se non sbaglio lasciarti il link è contro le regole quindi ti lascio scoprire il mio profilo.

    Detto questo diciamo che le theme_mod sono molto simili alle classiche opzioni che vengono salvate in wp_options ma sono collegate al tema in uso. Questo vuol dire che al cambiamento del tema queste vengono disattivate; ecco perché sono così utilizzate nelle Theme Customization API.

    Se la libreria a cui fai riferimento è CMB2 (penso proprio che sia così) queste impostazioni sono incredibilmente utili sia per creare delle pagine opzioni per i propri plugin o creare dei CPT avanzati. Però ti sconsiglierei di utilizzare le opzioni quando si tratta di temi…

    In conclusione ti consiglio di usare le esclusivamente le theme_mod con il customizer e utilizzare quest’ultimo per le personalizzazioni che vuoi offrire nei tuoi temi perché è sempre più utilizzato e (sempre nel blog) ti ho presentato una libreria che ti permette di aggiungere anche controlli più avanzati.

    Prossimamente andremo a presentare anche Kirki che presenta un interessante framework per aggiungere personalizzazioni al customizer 😉

    Ciao @nrik,

    la funzione comment_ID() mostra soltanto il valore ID del commento stesso e come dice lo stesso Codex, funziona soltanto all’interno di un loop di commenti mentre quello che vedo qua sopra è una modifica al loop originale.

    Prova invece ad utilizzare comments_number() per scoprire tutti i commenti che ha ricevuto un determinato articolo. Trovi la sua descrizione qua.

    Altrimenti prova a spiegare meglio il tuo problema perché onestamente non l’ho capito 😀

    Forum: Aspetto = Temi
    In risposta a: Tema underscore?

    Ciao @paobi,

    lo starter theme _s è un ottimo tema di partenza se vuoi creare uno starter theme per la tua azienda. Noi abbiamo scelto di acquistare la versione PRO di Genesis che è un framework a pagamento molto buono e che offre un gran numero di child theme dai quali potrai facilmente prendere ispirazione o personalizzare per i vostri clienti.

    Abbiamo fatto questa scelta perché riteniamo che creare uno starter theme tutto nostro partendo da _s (avevamo preso anche noi in considerazione questa opportunità) è un grosso investimento di tempo e potrebbe anche limitare e rallentare in qualche modo le nostre prestazioni dato che è veramente difficile preparare un tema a qualsiasi necessità.

    Genesis invece è già diversi anni che viene sviluppato e con i vari child theme ci permette di creare delle soluzioni in modo incredibilmente veloce e con un investimento di poco più di $300 si salvano un sacco di ore (sono convinto che questi 5 giorni passati sono già stati più costosi per la tua azienda) e permette di essere più efficienti.

    Ovviamente amiamo _s e lo utilizziamo per molte cose ma avere qualcosa che ottimizza i tempi è il motivo stesso per il quale è stato sviluppato WordPress o il computer in generale. Ci permettono di fare quello che gli esseri umani sono più bravi: essere creativi 😛

    Spero di aver chiarito i tuoi dubbi e non esitare di porci ulteriori domande 😀

    Ciao @seadas,

    non conosco il servizio offerto da […] (anche se dal nome dovrebbe essere intuitivo il fatto che viene ottimizzato per la piattaforma […] e non WordPress) comunque sia, dato che il Customizer della nostra piattaforma fa molto affidamento al JavaScript è molto probabile che gli script di questo servizio vadano in conflitto con la possibilità di personalizzare il tema.

    Il mio consiglio sarebbe quello di investire qualche soldo e prendere un hosting professionale come quello offerto da SiteGround che in azienda utilizziamo con grande piacere; ma se proprio non puoi farne a meno cerca Hostinger che permette di avere uno spazio gratuito senza pubblicità dove potrai installare WordPress con un sotto-dominio.

    Facci sapere se cambiando hosting hai risolto il tuo problema perché altrimenti il problema sarà dovuto al tema più che di WordPress in generale…

    Ciao @medariox,

    io sono stato un grande fan di Bones poi dal giorno alla notte lo sviluppatore principale ha deciso di rilasciare una versione all’interno della quale aveva deciso di cambiare tutto! Classi, struttura, griglia e i mixin Sass che mi ero creato con tanta pazienza andati con un singolo commit…

    Per mesi sono stato costretto ad usare il tema base della versione precedente che mi ero salvato da qualche parte nel mio HD.

    La cosa mi ha fatto pensare molto e il dubbio principale era: perché mi devo affidare al tema sviluppato principalmente da una singola persona? Ho iniziato una ricerca verso lo starter theme più base e pulito che potesse esistere, uno che neanche importava dei CSS. Con una struttura del genere potevo creare i miei Sass e organizzare il mio framework personale. Il tema che ho selezionato era _s e devo dire che mi ci sono trovato benissimo!

    Gli sviluppatori WordPress sanno veramente il fatto loro e il codice generato all’interno di quel starter theme era chiaro e dritto al punto e sviluppare con questo sistema è stato veramente un piacere, mi ha fatto apprendere ancora di più di quanto conoscessi di WordPress.

    Ma dopo un po’ di tempo un altro problema è sorto dovuto sopratutto alla mia incompetenza grafica… Chiariamoci, come molti di noi sono in grado di comprendere un buon design da uno cattivo; il primo si nota per la sua semplicità. Purtroppo la mia mancanza di inventiva non era in grado di sconfiggere la pulizzia di questo starter theme, anche se so usare bene i miei software di grafica.

    Allora ho iniziato a cercare qualcosa di diverso e sono capitato di fronte ad un framework che avevo già sentito diverse volte: Genesis.

    Questo è un framework commerciale, significa che si paga per averlo, lanciato dal grande Brian Clark e il resto del team Copyblogger che permette di creare qualsiasi tema che abbiamo in mente e inoltre ha un’incredibile struttura SEO e il codice è 100% WordPress!

    Il framework aiuta moltissimo nello sviluppo, da quando ci siamo convertiti all’interno della nostra società siamo stati in grado di sviluppare molto più velocemente e con i nostri clienti abbiamo notato che il termine Genesis faceva già la sua differenza.

    Il sistema sfrutta molto gli Hook e il concetto di child theme, infatti ci siamo “fatti” la Pro che permette di avere accesso a tutti i child theme che sviluppa StudioPress e abbiamo sempre una struttura e una grafica di partenza che aiuta un trio di sviluppatori come il nostro 😀

    Ma tornando al principio, dove tutta questa mia ricerca è iniziata dal fatto del cambiamento di un singolo sviluppatore, ho scelto Genesis anche perché dato che sono un cliente ed ho pagato per avere il loro framework ci penseranno due volte prima di cambiare tutta la propria codebase e buttare via centinaia di articoli, tutorial e video che online non fanno altro che parlare del loro framework da anni!

    Se vuoi approfondire ti consiglio di venire a trovarci su wpAndMore dove ultimamente abbiamo parlato spesso di questo framework e a breve lanceremo anche un corso dedicato.

    Sono andato un po’ lungo ma ci tenevo a condividere le mie motivazioni per arrivare a pagare per un framework di sviluppo ma spero che il punto sia arrivato. La comunità open source è fantastica ma molto spesso se non c’è un animo commerciale alle spalle lo sviluppo stesso delle diverse soluzioni può cambiare nel tempo.

    Sentiamo adesso che cosa hanno da dire gli altri 😉

    All’ultimo WP Meetup Roma i ragazzi di Manafactory hanno presentato il loro plugin Ginger che punta ad essere un plugin open source plug & play che automaticamente permette di gestire i cookie dei servizi più comuni senza neanche doverlo impostare.

    Io lo devo ancora provare ma l’ho già consigliato diverse volte e tutte le persone sono soddisfatte 😀

    Salve a tutti ragazzi, come diceva @overclokk sicuramente i plugin da utilizzare possono variare da progetto a progetto ma se devo ammettere ce n’è uno che proprio non riesco più a evitare ed è proprio Jetpack!

    Con i suoi 35+ moduli non si può proprio evitare anche perché si adatta benissimo a delle situazioni comuni che sono presenti all’interno del 90% dei progetti:

    • statistiche
    • newsletter
    • CDN Immagini
    • sicurezza
    • condivisione

    Da questa piccola lista manca sicuramente qualcosa che possa aiutare il lato SEO del proprio sito web e a questo punto devo far parte della massa e consigliare WordPress SEO by Yoast che a tutt’oggi risulta essere il plugin più interessante e fatto meglio per migliorare la SEO del nostro WordPress.

    Sono proprio curioso di sapere che cosa ne pensate 😉

Stai visualizzando 9 risposte - dal 196 al 204 (di 204 totali)