[WordCamp Torino] Selezione speaker

Ieri notte ho chiuso la call for speaker di WordCamp Torino 2018. Sono arrivate 74 candidature: moltissimi temi dev, pochi torinesi, meno donne di quante speravo, ma comunque ottima raccolta! Grazie a tutti per aver condiviso e spinto gli amici a partecipare.

Ora funziona così: gli organizzatori di WordCamp Torino hanno ricevuto un link al file con tutte le proposte e avranno tempo fino a venerdì 16 alle ore 13:00 per lasciare il proprio voto.

Ho pensato di organizzare la votazione in questo modo, scrivo qui in modo che anche altri organizzatori di WordCamp possano verificare se il sistema usato a Torino può funzionare per il proprio evento:

  • Eliminato il blind vote. In passato abbiamo fatto le votazioni alla cieca, senza il nome dello speaker, ma è il segreto di Pulcinella perché le candidature arrivano sul sito e tutti possono vedere chi le ha mandate. Inoltre sapere chi è lo speaker e sapere cosa fa nella vita è fondamentale nel processo di vetting, quindi ho lasciato.
  • Si dà un voto da 1 a 5.
  • Se non si capisce di cosa si tratti perché si fa un altro lavoro nella vita, si lascia il campo voto vuoto. Lo scorso anno alcune persone avevano messo 0 o 1 ai talk che non capivano e questa cosa porta a errori nella formula.
  • Ho diviso il file in tre tab a seconda della lunghezza del talk. Questo servirà soprattutto nella fase finale per bilanciare l’agenda.
  • Se si vogliono aggiungere dei commenti o si vogliono avere chiarimenti dagli speaker si aggiunge un commento in corrispondenza della casella di voto. In passato abbiamo squalificato le persone che avevano delle candidature “deboli” (magari descrizione succinta), invece se un tema ci pare interessante ma vogliamo essere sicuri che sia adatto a WordCamp Torino possiamo parlare con gli speaker e raffinare la proposta.

Dopo le votazioni mi prenderò il weekend per valutare le votazioni e iniziare a pensare a un’agenda che vi proporrò entro la prossima riunione, martedì 20/02.

Questa è l’unica parte di WordCamp Torino fatta in privato per proteggere la privacy degli speaker e permetterci di discutere liberamente le proposte, certe volte anche animatamente.

Stay tuned per un’agenda pazzesca!