Esplorazione per il programma FSE: aiuto con il futuro passaggio tra temi a blocchi

Con l’avvento dei temi a blocchi all’interno dell’ecosistema di WordPress, sono all’orizzonte nuove possibilità, da un più semplice sviluppo di temi per sviluppatori e designer ad una più semplice realizzazione di siti per gli utenti. Ad ogni modo, anziché esaminare in astratto il solo valore dei temi a blocchi, è importante includere e considerare anche ciò che può essere fatto tra diversi temi a blocchi. Ad esempio, immagina un mondo in cui per creare un negozio sia possibile  prendere liberamente un modello di recensione prodotto da un tema, lo stile da un’altro, ed i template con cui visualizzare i prodotti da un tema specifico per l’e-commerce. O immagina di avere la possibilità di cambiare temi mantenendo tipografia e tavolozza colori preferita. Indipendentemente da tutto, è imperativo che l’esperienza sia affidabile, intuitiva e che possa essere ampliata, superando i limiti di ciò che era o non era possibile fare in passato. 

Come risultato, l’attenzione in questa esplorazione è concentrata innanzitutto su una prospettiva più a lungo termine del genere “sarebbe bello se”, iniziando dal guidarvi attraverso un procedimento elementare di passaggio tra temi, chiedendo poi ad ogni partecipante di pensare in modo creativo a ciò che vorrebbe accadesse. Vista la mancanza di procedure, questa non è esattamente una chiamata per il test, perciò ci concentreremo meno sul trovare dei bug (anche se le segnalazioni sono sempre incoraggiate) e più sul ragionare attentamente su cosa vorremmo accadesse o sul modo in cui vorremmo funzionasse. Lo scopo è raccogliere spunti utili che ci aiuteranno contribuendo al modo in cui progettiamo questa esperienza. 

Nota: per il momento ci stiamo volutamente concentrando sul passaggio tra temi a blocchi anziché, ad esempio, sul passaggio da classico a blocchi.

Esplora cos’è attualmente possibile.

I passi seguenti sono intesi come indicazioni generali ed hanno lo scopo di guidare l’impostazione iniziale di elementi relativi ad un tema a blocchi che si vorrebbe mantenere durante il passaggio tra temi. Non è richiesto fare delle prove con questi passi per quanto concerne questo test, dato che molti dei flussi non sono ancora stati costruiti. 

Se non hai il tempo di creare velocemente del contenuto, puoi importare questo contenuto demo (apri il link e seleziona “Download) creato espressamente per questo test tramite l’importatore WordPress disponibile sotto Strumenti >  Importa. Puoi anche seguire questa lezione su come usare il contenuto demo.

  1. Crea un sito di test. Non usare un sito di produzione/live. Puoi seguire queste istruzioni per impostare un’installazione locale o usare uno strumento come questo per impostare un sito di sviluppo
  2. Installa ed attiva la versione più recente di  Gutenberg
  3. Installa ed attiva un tema a blocchi scegliendo fra le opzioni elencate nella directory dei temi
  4. Crea un template personalizzato sotto Aspetto > Template > Aggiungi Nuovo. 
  5. Crea una parte del template personalizzata sotto Aspetto > Parti del Template > Aggiungi Nuova. 
  6. Apri l’Editor del sito e, usando l’interfaccia utente dei Global Styles, scegli alcuni stili di blocco personalizzati e stili predefiniti generali. Salva tutte le modifiche. 
  7. Ora vai su Aspetto > Temi e cambia tema. 
  8. Verifica Editor del sito, Template, e Parti del Template. 

Bonus: Prova ad importare ed esportare contenuti da uno dei tuoi siti attuali ad un sito di test, in modo da rendere il sito di test più realistico e pertinente, anche se il sito non sta usando un tema a blocchi. A questo punto, passa a qualunque altro tema, che sia a blocchi o meno. Questo serve puramente a farti entrare nell’ottica di pensare di più a ciò che vorresti tenere, anche se ci stiamo concentrando in modo specifico sui temi a blocchi. 

Descrivi ciò che vorresti vedere

Commenta di seguito dopo aver riflettuto sulle seguenti domande. Ricorda di condividere ciò che vorresti idealmente vedere, piuttosto che concentrarti su quanto è disponibile in questo momento. Rispondi ad una domanda, rispondi a tutte o non rispondere affatto! Servono solo per farti entrare nell’ordine delle idee, piuttosto che essere delle caselle da spuntare: 

  • Cosa vorresti essere in grado di fare quando passi da un tema all’altro?
  • Quali parti del tema a blocchi ti aspetti di essere in grado di mantenere quando passi da un tema all’altro?
  • Che genere di messaggi di conferma vorresti vedere?
  • Condividi un momento in cui il passaggio ad un altro tema ha fatto succedere qualcosa di inaspettato.
  • Quando passi da un tema all’altro sul tuo sito, puoi condividere il tuo procedimento?
  • Se volessi passare ad un nuovo tema oggi, dove andresti ed in quali posti ti aspetteresti di essere in grado di fare questa operazione?
  • Quali sono alcune delle ragioni che hai avuto per voler passare ad un nuovo tema?
  • C’è dell’altro? Pensa in grande!

Condividi il tuo feedback entro il 29 Settembre 2021

Come sempre, grazie per la tua partecipazione in questo esercizio. Se c’è qualcosa che ti impedisce di partecipare, faccelo sapere su #fse-outreach-experiment, nei commenti a questo articolo, o tramite DM in Slack ad @annezazu (non sono io!). Tieni presente che non tutto ciò che verrà condiviso sarà implementato, data la natura di questa esplorazione, ma sappi che le tue idee serviranno a dare forma a ciò che sarà possibile man mano che andiamo avanti.

Grazie a @poena @kellychoffman @priethor @daisyo per la revisione!

#block-themes, #fse-exploration, #fse-outreach-program, #full-site-editing

Hai la curiosità di provare il Full Site Editor?

Il secondo aggiornamento principale dell’anno è alle porte e potresti aver notato un certo fermento sulla modalità di modifica completa del sito (FSE) negli ambienti di WordPress che frequenti. Con questo articolo scoprirai alcune cose importanti da sapere e alcuni link di orientamento utili a chiunque voglia saperne di più.

Per proprietari e gestori di siti web

Se possiedi o gestisci un sito WordPress l’aggiornamento alla versione 5.8 dovrebbe essere un’esperienza senza alcun intoppo, proprio come qualsiasi altro aggiornamento. Il dibattito sulla modifica completa del sito è molto eccitante, ma non ti dovrebbe allarmare perché nella prossima release tutto quello che riguarda la modifica completa del sito è facoltativo. Per sperimentare liberamente il FSE è necessario un tema costruito appositamente per lui, dai un’occhiata ai link alla fine dell’articolo per vedere alcuni esempi!

Per agenzie e sviluppatori di temi e plugin

Se devi estendere la funzionalità del CMS WordPress per i tuoi clienti, l’aggiornamento alla versione 5.8 dovrebbe comunque andare liscio come l’olio. Come sempre, è essenziale controllare le modifiche personalizzate in un ambiente di staging o eseguire test completi quando la versione candidata viene resa disponibile. Vuoi testare i tuoi prodotti e avere tutto pronto per il cliente? Dai un’occhiata alle opzioni di test in fondo all’articolo.

Per contributori e volontari

Se contribuisci al progetto WordPress con il tuo tempo e la tua esperienza puoi unirti a noi nell’interessante lavoro che porta al rilascio di WordPress 5.8 e aggiornare il tuo sito con la profonda soddisfazione di chi sente di aver fatto un buon lavoro. C’è un sacco di cose dentro ogni rilascio: dalla progettazione e lo sviluppo alla documentazione, alla traduzione; se hai un pò di tempo libero e vuoi aiutare a sostenere il progetto che sostiene lo strumento che sostiene il tuo sito (hihihi!) dai un’occhiata ai link qui sotto.

Risorse

Articolo originale: Curious About Full Site Editing? di Josepha @chanthaboune pubblicato il 27 aprile 2021.

#core-editor, #fse-outreach-program, #fse-testing-call, #full-site-editing, #gutenberg