Gutenberg

Descrizione

L’editor dei blocchi è stato introdotto con la versione 5.0 di WordPress, ma il progetto Gutenberg alla fine impatterà sull’intera esperienza di pubblicazione, inclusa la personalizzazione (la prossima area su cui ci concentreremo). Questo plugin beta ti permette di testare funzionalità all’avanguardia, inerenti i progetti per la pubblicazione e la personalizzazione, prima che siano inclusi nelle future versioni di WordPress.

Scopri di più sul progetto.

Editing al centro

L’editor creerà una nuova esperienza di costruzione di pagine e articoli che agevolerà la scrittura di articoli complessi e con i “blocchi” renderà semplice quello che oggi è prodotto da shortcode, HTML personalizzato ed embed discovery di “provenienza incerta”. — Matt Mullenweg

Una cosa che distingue WordPress dagli altri sistemi è che ti permette di creare un complesso layout per gli articoli come lo immagini — ma solo se conosci HTML e CSS e sviluppi il tuo tema personalizzato. Pensando all’editor come a uno strumento che ti permette di scrivere articoli complessi e creare magnifici layout, possiamo trasformare WordPress in qualcosa che gli utenti amano, al contrario di qualcosa che scelgono solo perché è quello che usano tutti.

Gutenberg vede l’editor come qualcosa che è più di un campo per il contenuto, rivisitando un layout che è rimasto sostanzialmente invariato per quasi un decennio.

Ecco perché stiamo osservando l’intera schermata di modifica, invece che solo il campo del contenuto:

  1. Il blocco unifica più interfacce. Se lo aggiungiamo sopra l’interfaccia esistente, aggiungerebbe la complessità, invece di rimuoverlo.
  2. Rivisitando l’interfaccia, possiamo modernizzare la scrittura, l’editing e l’esperienza editoriale, concentrandoci su usabilità e semplicità a beneficio sia degli utenti nuovi che di quelli occasionali.
  3. Quando l’interfaccia del singolo blocco è al centro della scena, mostra un percorso chiaro davanti agli sviluppatori per creare blocchi premium, superiori a shortcode e widget.
  4. Riteniamo l’intera interfaccia depositaria di solide fondamenta per il prossimo obiettivo, la personalizzazione dell’intero sito.
  5. Esaminare l’intera schermata dell’editor ci dà la possibilità di modernizzare drasticamente le fondamenta e fare un ulteriore passo verso un futuro più fluido e potenziato da JavaScript che fa completamente leva sulle WordPress REST API.

Blocchi

I blocchi sono l’evoluzione unificatrice di quello che ora è coperto in modi diversi da shortcode, contenuti incorporati, widget, formati dei post, custom post type, opzioni dei temi, meta-box e altri elementi di formattazione. Abbracciano la mole di funzionalità di cui WordPress è capace, con la chiarezza di una esperienza utente coerente.

Immagina un blocco “dipendente” personalizzato che un cliente può trascinare nella pagina Chi siamo per visualizzare in automatico fotografia, nome e biografia. Un intero universo di plugin i quali estendono tutti WordPress nella stessa maniera. Menu e widget semplificati. Utenti che capiscono e usano immediatamente WordPress — e il 90% dei plugin. Questo ti permette di comporre articoli meravigliosi come questo esempio.

Leggi le FAQ per le risposte alle più comuni domande sul progetto.

Compatibilità

Gli articoli saranno retro-compatibili e gli shortcode continueranno a funzionare. Stiamo costantemente esaminando come i metabox altamente personalizzati potranno essere adattati e stiamo cercando soluzioni da un plugin che disabiliti Gutenberg allo stabilire automaticamente se Gutenberg debba essere caricato o meno. Mentre ci assicuriamo che la nuova esperienza dalla scrittura alla pubblicazione sia user-friendly, ci impegniamo anche per trovare una buona soluzione per i siti esistenti altamente personalizzati.

Le tappe di Gutenberg

Gutenberg avrà tre fasi pianificate. La prima, prevista per essere inserita in WordPress 5.0, si focalizza sull’esperienza di modifica degli articoli e l’implementazione dei blocchi. Questa fase iniziale si concentra su un approccio che predilige il contenuto. L’uso dei blocchi, come spiegato in dettaglio sotto, ti permette di concentrarti su come sarà mostrato il tuo contenuto senza la distrazione di altre opzioni di configurazione. Questo in sostanza aiuterà gli utenti a presentare il loro contenuto in un modo coinvolgente, diretto e visivo.

Questi elementi fondamentali apriranno la strada alle fasi due e tre, pianificate per il prossimo anno, per andare oltre l’articolo nei template della pagina e, in definitiva, per la piena personalizzazione del sito.

Gutenberg è un grande cambiamento e ci saranno modi per garantire che le funzionalità esistenti (come shortcode e meta-box) continuino a funzionare consentendo agli sviluppatori il tempo e i percorsi per una transizione efficace. In definitiva, aprirà nuove opportunità per gli sviluppatori di plugin e temi per servire meglio gli utenti attraverso una esperienza visiva più accattivante che sfrutta un set di strumenti supportato dal core.

Contributori

Gutenberg è realizzato da diversi contributori e volontari. Puoi consultare la lista completa nel file CONTRIBUTORS.md.

Blocchi

Questo plugin fornisce 17 blocchi.

core/categories
Gutenberg
core/block
Gutenberg
core/site-title
Gutenberg
core/tag-cloud
Gutenberg
core/post-title
Gutenberg
core/latest-comments
Gutenberg
core/archives
Gutenberg
core/calendar
Gutenberg
core/social-link-
Gutenberg
core/legacy-widget
Gutenberg
core/navigation
Gutenberg
core/latest-posts
Gutenberg
core/shortcode
Gutenberg
core/search
Gutenberg
core/post-content
Gutenberg
core/template-part
Gutenberg
core/rss
Gutenberg

FAQ

Come posso inviare un feedback o contribuire in caso di bug?

Ci piace ricevere report sui bug, suggerimenti di caratteristiche e qualsiasi altro feedback! Vai alla pagina delle segnalazioni su GitHub per cercare segnalazioni esistenti o aprirne di nuove. Cerchiamo di contenere tutte le segnalazioni riportate nel forum del plugin, ma otterrai una risposta più veloce (ed eviteremmo la duplicazione degli sforzi) centralizzando tutto nel repository su GitHub.

Come posso contribuire?

Abbiamo chiamato “Gutenberg” questo progetto di editor perché è una grande impresa. Ci lavoriamo ogni giorno su GitHub, e ci piacerebbe che ci aiutassi a costruirlo. Se vuoi darci il tuo feedback, il modo più facile è unirti a noi nel nostro canale Slack, #core-editor.

Vedi anche CONTRIBUTING.md.

Dove posso leggere maggiori informazioni su Gutenberg?

Recensioni

12 Dicembre 2019
It has its flaws and limitations in the beginning, but I am using Gutenberg in many projects now. It's really fast and the resulting html code is much better than what the Classic Editor produced.
10 Dicembre 2019
So many of the reviews of Gutenberg are binary—black or white. They claim Gutenberg is either total garbage not even worthy of existing (the vast majority), or the best editor that has ever been built (far fewer, but still there). The reality is far more nuanced. The editor doesn't completely suck. But it also isn't perfect. Are their problems and rough edges with Gutenberg? Yes. Is the editor a move in a positive direction for WordPress? Absolutely. Like many reviewers, at first I hated Gutenberg. Looking back, I think a lot of that hate came from a gut reaction and aversion to change. Some was definitely attributed to the early days of Gutenberg indeed being a hot mess. The editor has come a long, long way since the initial release and is now far more functional and useful. I now exclusively use it for new sites and am working on transitioning a number of existing sites over (more on this later). In total I am using Gutenberg on 12 different sites. The good: My clients who are trained on Gutenberg love it! It is far closer to WYSIWYG than the old editor. Now that they are used to the difference in how the editor works, I often get comments about how simple things are. Gutenberg makes it is easier to do advanced things such as column layout. Many reviewers claim that even simple tasks require several more clicks. That simply isn't true. And now all tasks are essentially treated the exact same. Everything is a block. Once you understand blocks and that they can have individual settings, the rest falls into place. My clients also make far less mistakes, especially since they used to rely on error prone shortcodes for so much of the advanced functionality. It was inevitable that a client would inadvertently delete a ] for a shortcade and email me asking why their site was broken. When you embrace it fully, Gutenberg can be incredibly powerful. As a developer, the editor being completely written in JS, and having complete access to core data stores means I can create plugins and tools for users I could have only dreamed of before. For example, I recently built a live accessibility checker. It checks the content and metadata (as the user types!) for common accessibility issues, like missing alt attributes on images or incorrect heading hierarchy. My users now make far less accessibility mistakes when publishing content! This makes for a better web for all. There are more keyboard shortcuts. Saving a post, true undo and redo, block insertion with / etc. All great additions. That said, I do miss the heading shortcuts of the old editor. Of course, Gutenberg still has some rough edges: The number one is speed. It is still fairly slow to load the initial edit page (6 or 7 seconds, even in a local dev environment) and pages with a large number of blocks (i.e. a few hundred) can make the interface less responsive. I would love to see a release dedicated to performance and bug fixes. I know development is charging ahead on things like widgets, content areas, and editing site wide content, but I would strongly recommend shoring up what is already in place a little more first. The second biggest issue (at least from the perspective of a plugin/theme developer) is documentation. It sucks. As a developer working with WordPress for a dozen years, I'm used to very detailed and descriptive documentation, with lots of examples. The documentation for Gutenberg is largely missing or cryptically worded. Only the very basics (like registering a simple block) are decently documented. As soon as I start branching out beyond the basics (like working with data stores or APIs) I spend a large amount of time digging through Gutenberg's JS files looking to see how the developers of Gutenberg did something. I'm a less productive developer because of it. Some interactions can be cumbersome and clumsy. For example, if you have a number of blocks nested within each other, it can be very difficult to select the exact block you want. I end up needing to use my up and down arrow keys, or the block navigation far too often. Another example is around finding the exact right place to click to insert a new nested block when using InnerBlocks. If your block has any padding, this can be maddening. Migrating existing sites is very difficult and time consuming. I have only moved a couple sites to Gutenberg, but it has often involved completely reworking the content of every page/post. This especially applies to more complex sites with numerous shortcodes and layout builders. I'm honestly not sure what can be done to address this, but it is a big burden. Finally, a minor gripe, the HTML and CSS of the editor makes styling blocks in the editor challenging. All the negative margins, absolutely positioned elements, and dozens of nested HTML elements mean I spend a lot of time digging through the web inspector. Conclusion: For all those asking to abolish Gutenberg entirely, I feel that is a rash judgement. Gutenberg offers a lot of benefits, if you're willing to embrace it fully. In hindsight, I would have suggested only enabling Gutenberg by default on new installs of WordPress, and perhaps waiting a little longer for some of the major shortcomings to be worked out. That said, today Gutenberg is quite powerful and heading in the right direction.
7 Dicembre 2019
I hoped that the kinks would be worked out by now, but there are still tons of normal things that you can't do in Gutenberg because of how blocks work. I try to minimize plugins for performance and security, but I have had to install way more than usual just to do things that were simple in the old editor but impossible in Gutenberg. And it's cumbersome as well. I haven't yet bailed out and installed the Classic Editor plugin, because I thought I should give Gutenberg a fair chance, but I might have to. For the minority who like Gutenberg, it would be fine as a plugin, but why can't the default editor simply be an editor?
Leggi tutte le recensioni di 2.972

Crediti e riconoscimenti

“Gutenberg” è un software open source. Le persone che hanno contribuito allo sviluppo di questo plugin sono indicate di seguito.

Collaboratori

“Gutenberg” è stato tradotto in 46 lingue. Grazie ai traduttori per i loro contributi.

Traduci “Gutenberg” nella tua lingua.

Ti interessa lo sviluppo?

Esplora il Codice segui il Repository SVN iscriviti al Log delle Modifiche. Puoi farlo tramite RSS con un lettore di feed.

Changelog (registro delle modifiche)

Features

Enhancements

Bug Fixes

APIs

Experiments

Documentation

Performance

Various