Riunione Community del 24/01/2018 – ODG

Dopo la pausa delle festività invernali, #community riprende le riunioni settimanali. La prossima riunione sarà dedicata all’organizzazione di vari progetti con i Team, i Meetup e i WordCamp. Sono invitati tutti a partecipare, in particolar modo Team Leader, Organizzatori Meetup, Organizzatori WordCamp
ODG:

  • Scelta della piattaforma di archiviazione della documentazione. Grazie a @mte90 abbiamo a disposizione un Repository su Github. Decidiamo se ci piace, è scomodo, preferiamo Drive
  • Recupero della documentazione sparsa.
  • Creazione di una presentazione unificata (slide) per la presentazione della Community e dei Team durante i Meetup e i CD.
  • Organizzazione delle riunioni (a rotazione) con Team Leader, organizzatori dei Meetup, organizzatori dei WordCamp.
  • Blog. Implementazione articoli. Call for writer e argomenti.

Di seguito alcune idee/proposte sui progetti che potrebbero essere portati avanti, da discutere poi nelle riunioni dedicate.

Meetup
Statistiche:
Visto che è inizio anno potremmo pensare di tirare giù le statistiche dei meetup 2017, sia con gli strumenti di Meetup che con la nostra esperienza (prendendo spunto da questo post , potremmo ad esempio capire la proporzione speaker uomo/donna ), capire il tipo di talk che piacciono di più o perché un incontro è andato male.

  • Nuovi meetup nati nel 2017
  • Chi ci siamo persi nel 2017 e se è possibile recuperare Meetup abbandonati
  • Meetup condivisi con altre realtà locali (es a Torino è stato fatto un meetup condiviso con Turn into Coders)
  • Progetti a distanza: esiste il progetto Support Coast to Coast (https://it.wordpress.org/team/2017/11/13/support-coast-to-coast/). I contributor senior del team Support dedicano qualche minuto durante il meetup per parlare della loro esperienza. Resoconto sul progetto e ipotesi di estenderlo ad altri Team.

Aggiungere al repository:

  • File con i link alla documentazione ufficiale
  • File: I primi passi (es. Quanti si deve essere per fare un meetup?). FAQ prese dall’esperienza del canale #meta-meetup
  • Slide per la presentazione della Community: preparazione di una Slide unica per quando ai Meetup parliamo della comunità WP e presentiamo i Team. @francina al Meetup Torino di Settembre 2017 le aveva preparate molto bene. Potremmo partire da quel modello.
  • File: Organizzatori Meetup. Da qualche parte esiste un file con l’elenco di tutti i meetup e dei loro organizzatori. Sarebbe da recuperare e aggiornare.

WordCamp
Nel 2017 ci sono stati 3 WC e nel 2018 ce ne saranno da 3 a 5 (di cui 2 alla prima esperienza)

  • Esiste un canale #wordcamp-in-italia inutilizzato al momento. Potremmo recuperarlo o crearne uno tipo #wordcamp-help dedicato agli organizzatori (leader, coordinatori volontari, area budget, ecc.) in modo che gli organizzatori dei WC possano scambiarsi informazioni, dubbi, perplessità, soluzioni. Es. Se una scuola mi chiede biglietti per una classe, questi saranno gratuiti, scontati, prezzo pieno, conteggiati nel numero totale di partecipanti?

Aggiungere al repository:

  • File con i link alla documentazione ufficiale e tutte le integrazioni alla documentazione portate dalla nostra esperienza personale (es. Nel form di iscrizione la scelta Magliette diventa uomo/donna invece che regular/slim)

Contributor Day

  • Esiste un mentoring? I Leader di Tavolo ricevono assistenza/supporto dai Team Leader nella preparazione del CD?

Aggiungere al repository:

  • Documentazione

Team

  • Riunione dei Team Leader: come vanno i team, troppi volontari, pochi volontari, dopo i CD non perdere l’ondata dei nuovi contributor. Team abbandonati. Chi si è proposto per la creazione di nuovi Team. Dubbi, perplessità, soluzioni.
  • Cosa succede in INT nei vari Team (cose importanti)

Aggiungere al repository:

  • File Elenco dei Team, Team Leader e figure importanti nei team (es. per Supporto: moderatori del forum)

Meta-meetup live a WCRM – recap

Venerdì 15 Dicembre 2017, durante il Contributor Day di WordCamp Roma, il tavolo Community è stato dedicato agli organizzatori di meetup (e aspiranti tali!).

In questo post riporto i miei appunti presi durante l’incontro: per forza di cose potranno risultare frammentati! Invito chi c’era a commentare e aggiungere, segnalarmi se ho frainteso; e soprattutto invito chi non c’era ad aggiungere il suo pensiero. Commentate!

Grazie a tutti quelli che hanno partecipato, dal vivo e via Slack. Sarebbe bello ripetere 🙂

Giro di tavolo

Abbiamo iniziato con un giro di tavolo, chiedendo agli organizzatori di meetup di descrivere brevemente la loro esperienza, in particolare: da quanto tempo viene organizzato il meetup, in che spazio, quanta gente partecipa mediamente, l’agenda-tipo di un incontro.

Selena, Avezzano:

minimo 3 massimo 25 persone, ci diamo 15 minuti di chiacchiere prima di iniziare, facciamo un solo argomento a sera. Si fa da un anno e mezzo.

Antonio, Andria:

poche persone ma che tornano ogni volta, un gruppo solido. Si fa un solo argomento a sera. La location è sponsorizzata.

Margherita, Ancona:

lo facciamo da un anno e mezzo, di solito un talk su un argomento e poi ci confrontiamo. Concludiamo “a tarallucci e vino”. In media ci sono da 5 a 15 persone, con un buon gruppo di fedelissimi. Abbiamo fatto anche vere e proprie sessioni di sviluppo, costruendo insieme il sito del meetup.

Giulia, Verona:

da un anno e mezzo, in un coworking. Dalle 10 alle 40 persone, ogni sera un solo argomento e se non c’è nessuno a fare un talk ci sediamo semplicemente a parlare dell’argomento scelto.

Antonino, Catania:

ogni sera facciamo due argomenti, intervallati da pausa e networking. Offriamo stuzzichini e pizza e birra, la sede è un coworking. Vengono in media 30-40 persone, con picco di 70.

Iacopo, Arezzo:

Finora abbiamo fatto un solo incontro, in cui abbiamo presentato differenza tra .com e .org e raccontato le nostre esperienze. Nel prossimo (il secondo incontro) si parlerà di sicurezza e backup. La sala ci viene data da Confartigianato.

Francesca, Torino:

iniziato a maggio 2015, il team organizzativo cambia periodicamente. In media ci sono 30-40 partecipanti, con massimi di 70-80. La sede è un coworking con molte potenzialità perché luogo di altri meetup tech. Abbiamo anche uno sponsor per il cibo e uno che ci ha regalato una videocamera. Mettiamo su wordpress.tv tutti i talk.

Luca, Udine – Romagna – Vienna

A Vienna dal 2013, ma sono uscito dal team di organizzatori. Ai primi incontri in media 30-50 persone. Ma si percepiva barriera all’ingresso, le persone non venivano coinvolte.

Il meetup romagna è nato nel 2015, ci sono circa 30 persone a incontro. C’è un problema che si fa a Cesena e in realtà non è così comodo per chi viene dalle altre città della romagna.

Udine: aperto ma non ancora fatto il primo incontro, non ci sono iscritti ma anche se non venisse nessuno ne metterò in calendario un altro, e così via.

Eugenio e Marco, Roma

il meetup esiste da 2014, senza però essere nel chapter e senza la community come la conosciamo oggi; per molto tempo non abbiamo avuto sede fissa ed era un problema raggiungerci. Siamo da 6 a 100 persone. La difficoltà che abbiamo incontrato è che organizzare era faticoso, perché in molti arrivavano non per fare community ma formazione. Le persone erano abituate a venire a sedersi, davanti ad uno speaker.

Eleonora, Perugia:

vorrei farlo partire ma sono sola, non so come iniziare a coinvolgere le persone.

Simona, Milano:

Nato già anni fa, io lo frequento (non sono organizzatrice) da dopo wctrn. Di solito ci sono due talk, poi chi vuole prosegue in pizzeria; ultimo incontro è stato un po’ diverso, con pc a disposizione per provare gutenberg. Serata interessante con molta partecipazione.

Appunti dalla discussione

[I lavori sono stati trasmessi in diretta (con una webcam e un collegamento tramite zoom), e hanno partecipato anche alcune persone da remoto, commentando su #meta-meetup su Slack.
Qui cerco di riportare alcune delle considerazioni fatte.]

Considerazioni e idee sui format:

Si può anche rovesciare lo schema, e mangiare qualcosa insieme all’inizio anziché alla fine: questo crea un clima più rilassato.

Far portare bere e cibo ai partecipanti, crea una bella atmosfera.

La chiave è chiacchierare, creare un ambiente rilassato.

Trovare dei temi che accontentino tutti: alcuni scelgono di fare due diversi talk a serata, altri di alternare mese per mese. In alcune città (es: Londra) ci sono più meetup mensili o più gruppi, focalizzati verticalmente su un tema (es: dev).

Ripetere sempre che questo meetup si fa se la gente partecipa.

Proporre una cena alla fine del primo incontro: chi resta probabilmente poi ci sarà sempre.

Fare sempre un questionario per capire chi c’è.

Obiettivo: sostenibilità

[Si è sviluppata in particolare una discussione attorno alla parola chiave “sostenibilità”, qui sotto le considerazioni emerse. Chiaramente si tratta di spezzoni di discussione, ma spero siano comprensibili anche a chi non ha seguito dal vivo!]

Per quanto sia bello ed eccitante far partire un meetup, bisogna ragionare su: cosa sarà tra 10 anni. Avere in mente prima di tutto la sostenibilità a lungo termine: è quello il vero contributo che si può dare.

Bisogna stare molto attenti a “partire con il botto” perché si creano aspettative nei partecipanti, che poi non vengono coinvolti nell’organizzazione e si aspettano sempre incontri ricchi e formativi.

Attenzione anche se lo stesso gruppo organizza sia meetup che WordCamp: diventa troppo pesante e faticoso!

Per chi inizia è bene distinguere tra i propri obiettivi personali e quelli del meetup.

Quando si inizia bisogna chiedersi come prima cosa (non quando si arriva a essere stanchi!) per quale motivo lo sto facendo?
La risposta non può essere “riempire una sala” perché sul lungo periodo è insostenibile. Anche perché all’inizio la riempi con i tuoi contatti, ma non è sostenibile.

L’obiettivo dei meetup (e di WordPress in generale) è la democratizzazione del publishing online. Se si è da soli a organizzare e all’inizio non viene nessuno, hai comunque raggiunto l’obiettivo. Se al mio primo meetup non c’è nessuno, ne faremo un altro.

Il problema della community basata su contribuzione è l’appropriazione: persone che hanno contribuito tanto o poco e si mettono in posizione per cui (in modo intrinseco o estrinseco) creano un tappo nella crescita e nel funzionamento corretto, e succede poi che altri non si fanno avanti perché si sentono “intimiditi” dagli organizzatori storici.
Non esistono gatekeeper ufficiali e questo ne genera di non ufficiali.

Il tema del networking è importante: c’è bisogno di conoscere gente e aggregarci ed è stato punto di partenza per poi fare business. Tutti abbiamo bisogno di conoscere altra gente che fa il mio stesso lavoro, per crescere.

Però se chi partecipa lo fa per networking, ok; se chi organizza lo fa solo per quello e per proprio beneficio, non funziona.

Sostenibilità significa chiedersi: cosa succede quando io non ci sono più? Hanno tutti gli strumenti per portare avanti il meetup? Il mito della crescita costante non importa: bisogna creare successione.

Troppo entusiasmo non è un errore, errore è confondere successo con continuità.

Una idea può essere quella di mettere a calendario tutti gli incontri successivi: li faremo a prescindere. Questo riduce la pressione sul “successo” e fisiologico calo di presenze.

#contributor-day

Report Meeting Supporto 10 Novembre 2017

Presenti:

@rosettafacciolini
@cristianozanca
@lasacco
@thomas-vitale
@glorialchemica
@wido
@micheleconversano

Ordine del Giorno

  1. Buone notizie! La quantità ed il livello di domande al forum è aumentato:) cercasi nuovi volontari
  2. Meetup ed hangout con supporter forum per promuoverlo (Proposta meeting su #meta-meetup con amministratori e meetuppers)
  3. Orario invernale meeting

Resoconto


BUONE NOTIZIE
Per promuovere il supporto @lasacco propone contributor days anche ai Meetup, oppure standalone tipo i global wp translation day, e @glorialchemica propone un video promozionale ed un sondaggio tra i volontari del forum.


MEETUP ED HANGOUT
Si svolge nel Meetup Torinese il primo collegamento hangout test con @wido!
che ha parlato di come contribuire al supporto “aiuta chi aiuta”.

@cristianozanca: “è stato il primo di una serie di collegamenti che potremo fare nei nostri meetup, incrociamoci, salutiamoci, comunichiamo le nostre esperienze in tutta Italia, è fattibile da subito.”

L’esperienza è stata positiva, l’invito a tutti gli organizzatori di meetup è quello programmare 5/10 minuti di hangout per promuovere il supporto.
Eventuali registrazioni dei collegamenti potrebbero poi essere pubblicati su youtube e nei resoconti su Team.


ORARIO INVERNALE MEETING

Si è valutato di cambiare l’orario dei meeting del forum supporto italia per adattarlo all’orario invernale, è possibile votare qui: https://doodle.com/poll/r68gb8w45swf8dta


Fine dei lavori

Il prossimo meeting è venerdì 17 novembre 2017 alle ore 13.00,
in #forums Slack. (richiede un account Slack)

Agenda venerdì 10 novembre ore 13.00 del Team supporto Italia

Venerdì 10 novembre alle 13:00, sul canale #forum dello slack della comunità italiana di WordPress, ci sarà la riunione periodica del team dei supporter di WordPress.

Ordine del giorno:

  1. Buone notizie! > La quantità ed il livello di domande al forum è aumentato:) cercasi nuovi volontari
  2. Meetup ed hangout con supporter forum per promuoverlo (Proposta meeting su #meta-meetup con amministratori e meetuppers)

Come partecipare:
Raggiungici nel team slack della comunità italiana sul canale #forum,
(segui le istruzioni a questo link se non sei ancora nel team italiano wordpress di Slack).

Ti aspettiamo, non puoi mancare! 🙂

Chat dei diversi team

Ciao!
Nel nostro Welcome Box abbiamo scritto che ci sono tre chat settimanali dei team Community, Polyglots e Support. Bugggggggia! Il team Community non si incontra da mesi 🙂 Ma potrebbe rinascere a settembre.

Ora, prima di decidere a che ora fare, sarebbe bello sapere quali e quante sono le chat settimanali che vanno avanti: ad esempio organizzazione di WordCamp, di Meetup, di altri team che non sono nella welcome box ma che magari si incontrano?

Grazie!

#community #wordcamp-in-italia #meta-meetup

Vuoi organizzare un WordCamp?

WordCamp Torino 2017 è stato un successo!

In tantissimi abbiamo condiviso la nostra voglia di imparare, di contribuire, di partecipare al progetto Open Source che amiamo.

E adesso, tutta questa energia, questa voglia di condividere e conoscerci e fare cose? Dove finisce?

Abbiamo qualche suggerimento 😉

Il primo: vai al WordPress Meetup più vicino.

E se anche il più vicino è troppo lontano: fai partire un nuovo meetup nella tua città! 

Il tuo meetup è un appuntamento fisso, frequentato da tanta bella gente, ogni mese vi divertite e siete un gruppo affiatato? Allora è tempo di passare alla

fase due: organizza un WordCamp nella tua città!

Non sei da solo, siamo una community intera. Pronti ad aiutarti e a spiegarti dove e come trovare le risorse. Non c’è bisogno di organizzare un evento per 300 persone! Ne bastano 50 o 100, una sola track di interventi, teglie di pizza e del caffè.

Da dove inizio?

Primo step, in ogni caso, è raggiungerci su Slack. 

Se vuoi organizzare un meetup, vieni nel canale #meta-meetup: non devi far altro che dire Ciao, voglio organizzare un meetup qui, chi mi aiuta? 

Se vuoi iniziare l’avventura di un WordCamp, o sei solo curioso di capire come potrebbe essere buttarcisi, c’è il canale #wordcamp-in-italia.

Guarda caso, stiamo organizzando un hangout di orientamento per WordCamp-organizer-wannabe per la prossima settimana: c’è posto anche per te!