Chiamata per il test del programma FSE #7: Portfolio di un certo livello

Questa è la settima call per i test come parte del Full Site Editing Outreach Program! Come detto nella sesta call per i test, se non hai potuto ancora partecipare, questa è un’ottima occasione per farlo, in vista della 5.8.

Per maggiori informazioni riguardo questo programma sperimentale, dai un’occhiata a queste FAQ per ulteriori dettagli utili. Se ti voi unire a noi, vieni a trovarci su #fse-outreach-experiment in Make Slack per gli annunci di test futuri, articoli utili ed altro ancora.

Panoramica della funzionalità

Come promemoria, la modalità di modifica del Template è una caratteristica del Full Site Editing che sblocca la possibilità di passare tra la modifica del contenuto di una singola pagina o articolo e la modifica del template che quella singola pagina o articolo usano. Con questa funzionalità puoi creare un nuovo template, modificare quelli esistenti, e scegliere quale template usare per pagine ed articoli. Puoi scoprire di più riguardo questa funzionalità in questo video:

https://www.youtube.com/watch?v=Z571V_jlD-o

Per basare questo test su un esempio plausibile nel mondo reale, costruiremo una pagina portfolio che mostrerà il vostro ipotetico fantastico lavoro. Usando il contenuto demo, potrete esprimere l’architetto che è in voi, mostrando viste di posti di fantasia, come il Block Plugin Harbor ed il Gutenberg Parkour Space. Condividete uno screenshot nel vostro commento, in modo che possiamo celebrare quanto avete creato. Come ispirazione, ecco il mio esempio ed ecco dei fantastici esempi creati da alcuni designer con l’uso di Gutenberg.

Nota: Rispetto alla sesta call per i test, questa call è intenzionalmente più aperta a livello di configurazione per fare in modo che voi che fate i test possiate spingere questa funzionalità verso i propri limiti. Buon divertimento!

Ambiente di test

Anche se più avanti troverai maggiori informazioni per assicurarti di impostare tutto nel modo corretto, ecco gli aspetti chiave necessari per il tuo ambiente di test:

In generale, usa l’ultima versione di ognuna delle parti dell’impostazione raccomandata e tieni a mente che le versioni potrebbero essere cambiate da quando questo articolo è stato condiviso.

Flusso del test

Anche se questa call per il test è focalizzata sulla prova di una funzionalità specifica, è probabile che troverai degli altri bug mentre utilizzi una funzione beta come questa! La segnalazione di tutti i bug che troverai è ben accetta nel rapporto che invierai riguardo il tuo test, anche se non sono direttamente riconducibili alla funzionalità di cui hai fatto il test.

Problemi noti:

Durante la preparazione di questa call per il test, sono saltati fuori alcuni problemi in cui potresti imbatterti durante la prova. Sappi che sono già stati segnalati. Ecco una lista non esaustiva di quelli più seri.

Ci si può aspettare che i problemi noti possano apparire in questa fase dello sviluppo per qualcosa che è attivamente oggetto di varie iterazioni!

Istruzioni per la configurazione: 

  1. Imposta un sito che stia usando la versione più recente di WordPress. È importante che non si tratti di un sito di produzione/live.
  2. Installa il tema TT1 Blocks andando su Aspetto > Temi > Aggiungi Nuovo. Una volta installato, attiva il tema.
  3. Crea sei articoli con due diverse categorie ed immagini in evidenza a tua scelta, assieme ad almeno quattro pagine da usare per il tuo menu. In alternativa, puoi scaricare ed importare il contenuto demo di Gutenberg creato apposta per questo test tramite l’importatore di WordPress che si trova in Strumenti > Importa
  4. Vai nell’area di amministrazione del sito
  5. Installa ed attiva il plugin Gutenberg da Plugin > Aggiungi nuovo. Se è già installato, assicurati che la versione in uso sia come minimo Gutenberg 10.7.1
  6. Ora dovresti vedere all’interno della navigazione un elemento chiamato “Editor del sito (beta)”. Se non lo vedi ancora nella tua barra laterale, non stai usando correttamente l’esperimento di Modifica del Sito. Non fare clic su questa voce, dato che per questo test non stiamo esplorando l’editor del sito!

Setting up your portfolio page

  1. In Pagine, seleziona “Aggiungi pagina” e dalle il titolo “Portfolio”.
  2. Nel contenuto della pagina, aggiungi un blocco Query e scegli qualunque modello preferisci usare, o usa l’inserter per aggiungere un modello di Query. Ecco un breve video che mostra come inserire un modello nel caso dovessi bloccarti.
  3. Quando il modello è stato inserito, puoi aprire le impostazioni del blocco e, all’interno di Impostazioni disattivare “Eredita query da URL”. A questo punto, dovresti vedere delle opzioni per personalizzare quali articoli include questo blocco Query. Il contenuto demo include le seguenti categorie da usare: Portfolio, Parks, Buildings.
  4. Personalizza il blocco Query come preferisci! Questo potrebbe includere la creazione di colonne in cui inserire diversi blocchi Query per visualizzare diverse categorie di articoli o blocchi aggiuntivi, ad esempio Autore del post. Nel caso dovessi bloccarti qui, passa alla sezione “Istruzioni e idee per la personalizzazione” per un aiuto.

Creare e personalizzare un nuovo template

  1. Nella barra laterale, apri le impostazioni e seleziona le impostazioni della pagina (dovresti vedere Pagina e Blocco). Seleziona “Nuovo” all’interno della sezione Template per creare un nuovo template. Ecco un breve video nel caso in cui dovessi bloccarti.
  2. Dai al nuovo template il titolo “Portfolio”.
  3. A questo punto, ti troverai nella modalità di Modifica del Template e, all’interno dell’header, vedrai un blocco Titolo sito, Motto del sito ed un blocco separatore. Puoi tenere questi blocchi, covertirli in Colonne o rimuoverli del tutto.
  4. Aggiungi un blocco Navigazione all’header e seleziona l’opzione “Inizia vuoto”. A questo punto, aggiungi tutte le pagine che hai creato al menu per impostare la struttura. Se hai usato il contenuto demo, ecco i nomi delle pagine, in modo che tu possa cercarle: About, Contact, Resume, Partners, Influences.
  5. A questo punto, puoi personalizzare header, footer ed altro ancora a tuo piacimento. Se ti blocchi in questo punto, passa alla sezione “Istruzioni e idee per la personalizzazione” per un aiuto. Usa la creatività e costruisci qualcosa di tuo!
  6. Salva le tue modifiche e visualizza la tua pagina Portfolio.

Istruzioni e idee per la personalizzazione:

Mentre il test precedente era stato pensato per guidarti attraverso i passi specifici per la creazione di un template personalizzato, questo test è stato concepito per consentirti di esplorare le personalizzazioni che hai in mente. Questo dovrebbe fornire un test molto più ampio e dal risultato finale aperto, che dovrebbe aiutarti ad esplorare i confini dell’esperienza e, idealmente, trovare sia bug che richieste di miglioramento! Visto che ci sono due punti di personalizzazione in questo test, le seguenti istruzioni sono state organizzate in modo da coprire entrambi. Ricorda che quanto condiviso di seguito è solo l’inizio delle personalizzazioni con cui puoi sperimentare!

Idee per la pagina Portfolio:

Idee per il Template Portfolio:

Cosa notare:

Se ti va, ricorda di condividere uno screenshot di quello che hai creato!

  • L’esperienza si è bloccata in qualche punto?
  • L’esperienza del salvataggio ha funzionato correttamente?
  • Hai trovato delle funzioni mancanti?
  • Cosa hai trovato particolarmente confuso o frustrante riguardo l’esperienza?
  • Cosa ti è piaciuto o hai apprezzato in modo particolare riguardo l’esperienza?
  • Credi che quanto creato all’interno della modalità di modifica del template corrisponda a quello che vedi sul tuo sito?
  • Ha funzionato usando solo la tastiera?
  • Ha funzionato usando uno screen reader?

Lascia un feedback entro il 16 giugno 2021

Lascia un feedback nei commenti di questo articolo. Se preferisci, puoi sempre creare delle issue in questo repo GitHub direttamente per Gutenberg ed in questo repo GitHub per TT1 Blocks. Anche se lasci un feedback in GitHub, commenta comunque di seguito indicando il link. Se vedi che qualcun altro ha già segnalato un problema, lascia comunque una nota qui di seguito riguardo la tua esperienza, sarà utile per fornire a chi sta lavorando per migliorare questa esperienza una panoramica più ampia su ciò che va migliorato.

#core-editor, #fse-outreach-program, #fse-testing-call, #full-site-editing, #gutenberg

Chiamata per il test del programma FSE #6: Un atterraggio perfetto (sulla pagina)

Questo articolo riguarda l’annuncio della sesta call per i test come parte del Full Site Editing Outreach Program, un passo davvero importante sulla strada verso la 5.8! Se non hai potuto ancora partecipare, questo è un’ottima occasione per farlo. Se ti piace l’idea di contribuire agli sforzi futuri, dai un’occhiata ai prossimi appuntamenti nel calendario del programma

Per maggiori informazioni riguardo questo programma sperimentale, dai un’occhiata a queste FAQ per ulteriori utili dettagli. Se vuoi proprio divertirti, vieni a trovarci su #fse-outreach-experiment in Make Slack per gli annunci di test futuri, articoli utili ed altro che verrà condiviso attraverso questo canale.

Panoramica della funzionalità

È cambiato molto da quando la prima call per i test si era concentrata sulla modifica dei Template quindi, se ti preoccupa che questa possa essere un’esperienza ripetuta, non esserlo. Come promemoria, la modalità di modifica del Template è una caratteristica del Full Site Editing che sblocca la possibilità di passare tra la modifica del contenuto di una singola pagina o articolo e la modifica del template che quella singola pagina o articolo usano. Quando questa funzione è stata rilasciata inizialmente, era possibile modificare solo un template ma non era possibile crearne uno nuovo o assegnare un articolo o una pagina ad un template specifico. Adesso, invece, puoi creare un nuovo template, modificare quelli esistenti, e scegliere quale template usare per pagine ed articoli. A questo proposito, l’interfaccia è stata aggiornata per rendere più chiaro quando ti trovi effettivamente nella modalità di modifica del template. 

Per rendere tutto questo un po’ più realistico, faremo finta di creare il sito per un WordCamp con una landing page che ha lo scopo di attrarre visitatori di un altro evento e farli partecipare al WordCamp che stai organizzando.

Ambiente di test

Anche se più avanti troverai maggiori informazioni per assicurarti di impostare tutto nel modo corretto, ecco gli aspetti chiave necessari per il tuo ambiente di test: 

In generale, usa l’ultima versione di ognuna delle parti dell’impostazione raccomandata e tieni a mente che le versioni potrebbero essere cambiate da quando questo articolo è stato condiviso.

Flusso del test

Nota importante: 

Anche se questa call per il test è focalizzata sulla prova di una funzionalità specifica, è probabile che troverai degli altri bug mentre utilizzi una funzione beta come questa! La segnalazione di tutti i bug che troverai è ben accetta nel rapporto che invierai riguardo il tuo test, anche se non sono direttamente riconducibili alla funzionalità di cui hai fatto il test.

Problemi noti:

Durante la preparazione di questa call per il test, sono saltati fuori alcuni problemi in cui potresti imbatterti durante la prova. Sappi che sono già stati segnalati. Ecco una lista non esaustiva di quelli più seri. 

Ci si può aspettare che i problemi noti possano apparire in questa fase dello sviluppo per qualcosa che è attivamente oggetto di varie iterazioni!

Istruzioni per la configurazione: 

  1. Imposta un sito che stia usando la versione più recente di WordPress. È importante che non si tratti di un sito di produzione/live.
  2. Installa il tema TT1 Blocks andando su Aspetto > Temi > Aggiungi Nuovo. Una volta installato, attiva il tema.
  3. Vai nell’area di amministrazione del sito
  4. Installa ed attiva il plugin Gutenberg da Plugin > Aggiungi nuovo. Se è già installato, assicurati che la versione in uso sia come minimo Gutenberg 10.6.
  5. Ora dovresti vedere all’interno della navigazione un elemento chiamato “Editor del sito (beta)”. Se non lo vedi ancora nella tua barra laterale, non stai usando correttamente l’esperimento di Modifica del Sito. Non fare clic su questa voce, dato che per questo test non stiamo esplorando l’editor del sito!

Creare delle pagine 

  1. In Pagine, seleziona “Aggiungi pagina” e, una alla volta, crea tre pagine a cui dare i titoli “Chi siamo”, “Contatti” e “Codice di condotta”. Pubblica tutte le pagine. Non serve che abbiano del contenuto, dato che saranno semplicemente link per un futuro menu. 
  2. Crea una quarta pagina, scegli un titolo divertente per portare gente al tuo evento e non aggiungere ulteriore contenuto. Ad esempio, io ho intitolato la mia “Senti l’ispirazione di WordCamp Divano?”.
  3. Pubblica la pagina e tienila aperta.

Creare un nuovo template

  1. Nella barra laterale, apri le impostazioni e seleziona le impostazioni della pagina (dovresti vedere Pagina e Blocco). Seleziona “Nuovo” all’interno della sezione Template per creare un nuovo template. Ecco un breve video nel caso dovessi bloccarti.
  2. Intitola il tuo nuovo template “Promozione WordCamp”.
  3. A questo punto, entrerai direttamente nella modalità di modifica del template.

Personalizzare il template

  1. Rimuovi i blocchi Titolo del sito, Tagline del sito e Separatore nella parte alta del template.
  2. Inserisci un blocco Copertina sopra il blocco Titolo dell’articolo ed usa un’immagine a piacere. Io ho scaricato questa mentre creavo questo test. Potrebbe essere necessario usare l’opzione “Inserisci prima” nella barra degli strumenti del blocco Titolo dell’articolo.
  3. Una volta che hai aggiunto l’immagine, seleziona il blocco Copertina ancora una volta, anziché il blocco Paragrafo al suo interno, ed usa le opzioni di larghezza per rendere il blocco a larghezza piena.
  4. Trascina e rilascia il blocco Titolo del’articolo all’interno del blocco Copertina.
  5. Centra il blocco Titolo dell’articolo usando le impostazioni di allineamento e cancella il blocco paragrafo che si trova sotto di esso.
  6. Seleziona il blocco Copertina ancora una volta ed applica ad esso un filtro Bicromia. Ecco uno screenshot dell’icona ti serve. Nota che selezionando  Note that by selecting “Ombre” e “Highlights” puoi scegliere i tuoi colori personalizzati!
  7. Aggiungi un blocco Spaziatore sotto il blocco Copertina ed impostalo a 50px.
  8. Aggiungi un blocco Colonne sotto il blocco Spaziatore e scegli 50/50.
  9. Una volta inserito, scegli il blocco Colonne genitore ed imposta la larghezza a “Larghezza piena”.
  10. Aggiungi delle brevi informazioni sul tuo evento nella prima colonna, ed imposta l’allineamento che preferisci.
  11. Nella seconda colonna, aggiungi due pulsanti che dicono alle persone “Candidati come speaker” e “Candidati come sponsor”. Per questo test, va bene se i pulsanti non sono davvero collegati a qualcosa. Puoi comunque personalizzarli come preferisci!
  12. Sotto il blocco colonne, aggiungi un altro blocco Copertina e scegli un colore di sfondo
  13. Una volta che hai impostato il colore, seleziona nuovamente il blocco Copertina invece del blocco Paragrafo al suo interno ed usa le opzioni di larghezza per renderlo a larghezza piena.
  14. All’interno del blocco Copertina, aggiungi un messaggio riguardo un codice sconto ed un blocco Pulsante sotto di esso, per incoraggiare le persone ad acquistare i biglietti. Personalizza il testo a piacere, sia in termini di allineamento che di colori personalizzati, o altro ancora

Creare un footer personalizzato

  1. Sotto il secondo blocco Copertina, aggiungi un blocco Parte del Template e seleziona “Nuova parte del template” per creare un footer personalizzato per questo template. 
  2. Una volta creato, vai sulle impostazioni del blocco nella barra laterale per aggiungere un titolo all’interno della sezione Avanzate. Assegna all’area il nome “Footer” all’interno dell’area Avanzate ed attiva l’opzione “Eredita il layout predefinito” all’interno della sezione Layout.
  3. Una volta fatto questo, aggiungi un blocco colonne all’interno della Parte del template e scegli 30/70.
  4. Nella prima colonna, aggiungi un blocco Logo del sito. Se ti serve un logo da usare, eccone uno gratuito che puoi scaricare da http://www.logodust.com
  5. Nella seconda colonna, aggiungi un blocco Navigazione ed inizia vuoto. Da notare, è probabile che riscontrerai questo bug che è stato già segnalato qui
  6. Usando l’opzione Link della pagina, aggiungi le tue pagine “Chi siamo”, “Contatti” e “Codice di condotta”. Personalizza il blocco Navigazione come preferisci!
  7. Una volta fatto questo, seleziona “Aggiorna” e salva le tue modifiche.

Crea una nuova pagina ed assegna il nuovo template

  1.  A questo punto, torna alla tua bacheca wp-admin e, all’interno di Pagine, crea una nuova pagina.
  2. Come titolo, scegli qualcosa che abbia un riferimento ad un altro possibile evento di fantasia a cui qualcuno potrebbe partecipare. Ad esempio, “Senti l’ispirazione di WordCamp Veranda?”
  3. Nelle impostazioni dell’articolo, all’interno della sezione Template, seleziona il template che hai appena creato e pubblica la pagina. 
  4. Visualizza la tua pagina ed accertati che stia usando lo stesso template della tua prima pagina!

Passi avanzati

Se ti va di provare qualcosa più tecnico e vuoi cimentarti con idee per il futuro, dai un’occhiata a questa Pull Request. Tieni a mente che puoi sempre scaricare qui la versione del plugin Gutenberg specifica per questa PR in modo da rendere la cosa più facile da esplorare. Per darti un contesto, questa PR ha lo scopo di aiutare a differenziare meglio quando stai modificando il contenuto di un articolo da quando invece stai modificando il template, oscurando l’abilità di modifica dei contenuti dell’articolo quando ti trovi nella modalità di modifica del template. Condividi liberamente i tuoi pensieri su questa PR nel commenti di seguito o direttamente nella PR.

Video del test

Nota che sono stati aggiunti tre capitoli al video, che corrispondono ai passi di cui sopra.

Cosa notare:

Se ti va, ricorda di condividere uno screenshot di quello che hai creato!

  • L’esperienza si è bloccata in qualche punto?
  • L’esperienza del salvataggio ha funzionato correttamente?
  • Hai trovato delle funzioni mancanti?
  • Cosa hai trovato particolarmente confuso o frustrante riguardo l’esperienza?
  • Cosa ti è piaciuto o hai apprezzato in modo particolare riguardo l’esperienza?
  • Credi che quanto creato all’interno della modalità di modifica del template corrisponda a quello che vedi sul tuo sito?
  • Ha funzionato usando solo la tastiera?
  • Ha funzionato usando uno screen reader?

Lascia un feedback entro il 26 Maggio 2021

Lascia un feedback nei commenti di questo post. Se preferisci, puoi sempre creare delle issue in questo repo GitHub direttamente per Gutenberg ed in questo repo GitHub per TT1 Blocks. Anche se lasci un feedback in GitHub, commenta comunque di seguito indicando il link. Se vedi che qualcun altro ha già segnalato un problema, lascia comunque una nota qui di seguito riguardo la tua esperienza, sarà utile per fornire a chi sta lavorando per migliorare questa esperienza una panoramica più ampia su ciò che va migliorato.

#core-editor, #fse-outreach-program, #fse-testing-call, #full-site-editing, #gutenberg

Programma FSE: Risposte dal secondo round di domande

Traduzione italiana dell’articolo “FSE Program: Answers from Round Two of Questions”, pubblicato da Anne McCarthy, @annezazu il 13 maggio 2021 su make.wordpress.org.

Questo articolo è parte di una serie più ampia che fornisce risposte a domande raccolte attraverso il Programma FSE Outreach. Questo giro di domande è stato iniziato il 28 Aprile e ora viene riunoto in un unico articolo, dato il numero notevolmente inferiore di domande. Grazie a chi ha inviato delle domande, facendo quindi in modo che la nostra conoscenza possa aumentare. Restate sintonizzati per nuovi round di domande.

1) Come si intende gestire il “CSS aggiuntivo” nel caso in cui la funzione Personalizza dovesse sparire? Non tutti possono né vogliono gestire tutto all’interno dei blocchi. Secondo me i “normali” builder di siti internet hanno necessità di un modo semplice di fare dei cambiamenti al CSS di un tema.

Ne stiamo discutendo proprio in questo momento dato che ci si aspetta che la funzione Stili Globali coprirà una gran parte dei casi che potrebbero richiedere del CSS, ma ci si aspetta che ci siano altre situazioni in cui sia necessario del CSS personalizzato.

2) Posso scegliere di usare la modifica di articoli/pagine standard al posto del full site editing, ed usare Personalizza per fare degli aggiustamenti a tutto il mio sito?

È piuttosto difficile dare una risposta dato che l’esperienza specifica che sperimenterai dipende dal tuo tema e da quanto possa essere stato adattato al full site editing. Se non stai usando un tema basato su blocchi o un tema che ha iniziato ad adottare delle funzionalità full site editing, puoi continuare a modificare il tuo sito come hai sempre fatto usando Personalizza. C’è comunque un sacco di lavoro in corso per aiutare i temi basati sui blocchi ad avere parità a livello di Personalizza, così come per fare in modo che i temi classici abbiano modi di optare per l’utilizzo di aspetti delle funzionalità del full site editing, come pure l’idea di temi “universali” che funzionino sia con strumenti di modifica del sito classici (Personalizza/Menu/Widget) che con il nuovo editor del sito

3) I vari blocchi che fanno parte del Full Site Editing saranno inclusi anche nelle schermate di modifica di articoli/pagine?

In preparazione per 5.8, stiamo valutando ognuno degli oltre 20 blocchi per temi che sono stati creati per Full Site Editing per decidere se saranno inclusi nei temi classici. Potete verificare il progresso di questa iniziativa in questa panoramica riepilogativa.  

4) Arriveremo a creare un sito con Full Site Editing invece che tramite la schermata articoli/pagine?

Bella domanda! Poiché molto di questo dipende dal tuo tema e da quanto questo abbia optato per l’utilizzo di FSE, dipende. Ad ogni modo, diciamo che tu stia usando un tema basato su blocchi, il che significa che ha optato per l’utilizzo delle funzionalità Full Site Editing. In questo caso, nel lungo periodo, puoi aspettarti di costruire il tuo sito utilizzando l’esperienza dell’Editor del sito (vari template, il tuo header, i tuoi menu, ecc…) ed i contenuti usando l’editor degli articoli. Questo potrebbe significare che come prima cosa creerai alcune pagine, ad esempio una pagina About ed una pagina Contatti, prima di proseguire con l’Editor del sito per fare le migliorie che vorresti vedere sui template usati da queste pagine. Non aspettatevi comunque l’arrivo dell’esperienza dell’Editor del sito già in WordPress 5.8, dato che questo non fa parte dell’elenco dei progetti di cui è stata definita l’inclusione

5) Come gestiremo tutte le diverse variazioni derivate da blocchi riutilizzabili, modelli, template di pagina e template Full Site Editing?

Ci sono state tre domande relative a questo argomento, per cui ho deciso di far rappresentare il mucchio da questa domanda! Iniziamo innanzitutto dal definire ognuno, in modo da avere un allineamento comune sui loro diversi utilizzi. Le seguenti definizioni sono state prese dal Glossario nel caso in cui vogliate esplorare altri di questi termini: 

  • Blocco riutilizzabile: un blocco che è stato salvato e che può essere condiviso come un pezzo di contenuto riutilizzabile e ripetibile. Scopri di più sulla creazione e sull’uso di questi blocchi
  • Modelli del blocco: i modelli sono layout predefiniti di blocchi che possono essere inseriti come contenuto iniziale inteso per essere modificato dall’utente ogni volta. Una volta inseriti, esistono come salvataggio locale e non sono globali. Scopri di più riguardo la creazione dei modelli
  • Template: un template è una disposizione predefinita di blocchi, possibilmente con attributi predefiniti o contenuto segnaposto. 

Per pensare a come questi possano lavorare assieme, facciamo un esempio mostrando quando potreste utilizzare ognuno di questi, usando come punto di vista quello di un sito che si occupa di cucina:

  • Per le nuove ricette su cui stai lavorando e che stai ancora migliorando, puoi creare facilmente un blocco riutilizzabile che renda facile alle persone inviare un sondaggio riguardo la loro esperienza. Questo blocco riutilizzabile potrebbe essere aggiunto ad ogni ricetta, rendendo semplice l’avere un ottimo flusso di feedback.
  • Per ogni ricetta su cui stai lavorando, puoi usare un modello del blocco per impostare velocemente la struttura dei contenuti della tua ricetta, modificando quello che è stato aggiunto dal modello, sapendo che qualunque cambiamento fatto dopo il suo inserimento influenzerà solo quell’articolo. Questo ti fa risparmiare del tempo ed aiuta a creare consistenza quando condividi le tue deliziose ricette. 
  • Stai iniziando una nuova serie di ricette focalizzata sulla cucina durante la quarantena e, per differenziare gli articoli in questa serie, crei un nuovo template per questi articoli, in modo da offrire un’esperienza più personalizzata quando i tuoi lettori stanno vedendo queste ricette anziché le altre solitamente pubblicate.

Come puoi vedere da quanto sopra, ci sono un sacco di strumenti inclusi nel Full Site Editing ed è fondamentale sia distinguerli che mostrare come possano essere usati assieme. Proprio in questo momento sono in corso sia una discussione che la progettazione relativa al posizionamento finale per molte di queste funzioni. La buona notizia è che siccome c’è una sovrapposizione, è possibile creare una consistenza nell’esperienza di ognuno. Ad esempio, questa issue mostra come i designer stanno pensando a ciò che si può imparare dall’esperienza di modifica dei blocchi riutilizzabili per influenzare l’esperienza della modifica isolata della Parte del template. Attualmente, c’è un bug che fa sì che i Blocchi riutilizzabili non possano essere inseriti all’interno dell’Editor del sito. Nel lungo periodo questo dovrebbe essere tuttavia risolto. 

6) Gutenberg avrà mai funzioni di builder di pagine, come colonne e paginazione? Qualcosa che posso già fare usando  Kadence Blocks.

Gutenberg possiede già un blocco Colonne e, con l’Editor del sito, avrà un blocco Paginazione. Attualmente non è previsto che il blocco Paginazione sia comunque incluso nei temi Classici quindi dovrai usare un tema basato sui blocchi per poter avere accesso a questa funzione in futuro. 

7) È possibile convertire i template per farli diventare blocchi riutilizzabili o modelli o viceversa?

Attualmente, stiamo discutendo qui della conversione di un blocco riutilizzabile in modello ma, in generale, questo non è ancora qualcosa su cui si sta effettivamente lavorando. Piuttosto che vedere la conversione tra questi elementi, è più probabile che i modelli siano integrati all’interno delle parti di template ed in altri vari blocchi come il blocco Query

8) Ci sarà qualcosa che somiglia a Full Site Editing nella 5.8?

Come promemoria, Full Site Editing consiste in una serie di funzionalità che include vari progetti, da Stili Globali fino a nuovi temi basati su blocchi, ed altro ancora. Come risultato ci sono parecchie cose che faranno parte della 5.8 e che somiglieranno al Full Site Editing. Potete leggere di più riguardo queste funzionalità pianificate qui. Nel contesto di questa domanda, tuttavia, immagino che vi stiate riferendo a cambiamenti visibili all’utente che somigliano all’esperienza di uso dell’Editor del sito. In quel caso, la funzionalità più vicina in arrivo è la modalità di modifica dei template ed i corrispondenti, utili blocchi di tema che è possibile utilizzare in questa modalità, ad esempio il blocco Navigazione. Se hai la curiosità di scoprire di più riguardo questa funzione, dai un’occhiata alla più recente call per i test!

9) Quale nuovo CSS front-end sarà generato da WordPress per supportare FSE? Questi stili saranno separati dai fogli di stile per i blocchi esistenti?

Gutenberg sicuramente genererà del nuovo CSS. Ad esempio, Gutenberg ora può fornire nuovo codice front-end per allineamenti a larghezza massima e a piena larghezza, per la spaziatura interna e molte altre personalizzazioni dei blocchi. La maggior parte del CSS fornito da Gutenberg sarà personalizzabile via theme.json. Lo scopo è che i temi debbano modificare o sovrascrivere poco o niente di tutto questo con CSS nel lungo periodo.

Dato che tutto il tema è composto da blocchi, tutto quanto descritto sopra sarà composto da fogli di stile di blocchi. In termini di personalizzazione del tema, questo sarà reso possibile soprattutto tramite i controllo in theme.json. Se un tema vuole ulteriormente incrementare questo con ulteriori stili specifici (ad esempio animazioni, stati hover, etc) possono comunque utilizzare CSS. Ad ogni modo, nella maggior parte dei casi, le personalizzazioni saranno possibili all’interno di theme.json.

Un ringraziamento a @kjell per avermi aiutato a rispondere a questa domanda specifica.

10) Quali sono i temi raccomandati attualmente disponibili che funzioneranno bene con FSE?

Il posto migliore per trovare dei temi basati su blocchi è il Repository Theme Experiments. Tenete a mente che sia FSE che questi temi sono sperimentali e tutt’ora in fase di sviluppo! In particolare, raccomanderei l’uso del tema T1 Blocks, che è poi quello utilizzato per i test del programma FSE Outreach. 

11) Avete in programma di aggiungere in futuro delle funzionalità alla vista elenco?

Sì. C’è un riepilogo che tratta dei miglioramenti alla Vista elenco. Questo include di tutto, dall’attivazione lo spostamento dei blocchi fino alla possibilità di comprimere elementi nidificati. 

12) C’è un modo più chiaro per fornire della documentazione agli autori dei temi che non siano impegnati a fondo nello sviluppo del progetto FSE?

Giusto alcune settimane fa, è stato creato un nuovo manuale per sviluppatori come introduzione a Full Site Editing, che include una sezione per fornire maggiori informazioni agli autori dei temi. Questo è uno sforzo iniziale per iniziare a rendere maggiormente disponibile questa documentazione, unitamente agli sforzi di un incontro bimensile riguardo i temi basati sui blocchi ed il Gutenberg + Themes Roundups. Accettiamo sempre volentieri feedback su cos’altro vorreste vedere!

#fse-answers, #fse-outreach-program

Proposta di discussione del termine “setup”

Ciao a tutti,
propongo la discussione di “setup” per l’inserimento nel glossario.
Il motivo principale è che in “consistency” trovo 8 traduzioni diverse, alcune delle quali mi sembrano inappropriate.

Proposta di discussione di “builder”

Ciao a tutti.
Propongo la discussione di “builder” (generico editor visuale) per l’inserimento nel glossario.

#glossario

Programma FSE : Fate le vostre domande – Secondo Round

(traduzione dell’articolo di Anne McCarthy @annezazu, Developer Relations Wrangler di Automattic, già pubblicato a questo indirizzo)

Con i prossimi passi Go/No Go delineati prima del rilascio di WordPress 5.8 a luglio 2021, approfittiamo del tempo a disposizione per rispondere a qualsiasi altra domanda di carattere generale possiate avere riguardo il Full Site Editing! Se possibile, concentratevi nello specifico sulle questioni riguardanti WordPress 5.8, dato che rivolgerci a quelle avrà l’impatto maggiore. Inviate pure le vostre domande usando il modulo di seguito, o lasciatele come commento a questo articolo, o la sua versione originale, entro il 12 Maggio:

Invia Domande

Tenete presente che, a seconda delle domande, è probabile che alcune delle risposte potrebbero somigliare più a “ci stiamo lavorando per capire meglio la questione ed ogni feedback a riguardo sarebbe utile”, piuttosto che ad una risposta definitiva. Questo è specialmente vero per funzionalità/milestone pianificate per il rilascio di 5.9.

Dove saranno condivise le risposte? 

Condividerò un articolo riassuntivo su questo blog (Make Test). Le domande saranno raggruppate assieme alle risposte corrispondenti in modo che sia facile esaminarle. Potete vedere quale sarà il risultato prendendo ad esempio il primo round, che trovate qui. Raccoglierò le risposte ad ogni domanda e condividerò il mio lavoro man mano che procedo, creando un documento Google collaborativo in cui chi vuole può aiutare a trovare le risposte o semplicemente osservare come il lavoro si evolve. Ogni collaborazione è più che mai benvenuta!

Anche se il risultato principale sarà una gran bella lista di risposte, questo sforzo collettivo sarà anche utile per l’aggiornamento della documentazione futura e per possibili tutorial. Appena l’articolo sarà pubblicato, risponderò tramite mail a chiunque abbia lasciato una domanda e la propria mail tramite il modulo. Chi invece lascerà una domanda come commento a questo articolo, verrà citato come @ al proprio nome utente nell’articolo di riepilogo, in modo che non perda nessun aggiornamento!

Per maggiori informazioni riguardo questo programma sperimentale, consulta queste FAQ per avere altri dettagli utili. Se poi vuoi divertirti, visita #fse-outreach-experiment in Make Slack per annunci di test futuri, articoli utili ed altro ancora che sarà condiviso lì. Per aiutarti nel pianificare la tua partecipazione, puoi dare un’occhiata al calendario degli appuntamenti attuali e prossimi per il programma FSE Outreach, qui.

#fse-outreach-program #full-site-editing #gutenberg #core-editor #fse-testing-call

Hai la curiosità di provare il Full Site Editor?

Il secondo aggiornamento principale dell’anno è alle porte e potresti aver notato un certo fermento sulla modalità di modifica completa del sito (FSE) negli ambienti di WordPress che frequenti. Con questo articolo scoprirai alcune cose importanti da sapere e alcuni link di orientamento utili a chiunque voglia saperne di più.

Per proprietari e gestori di siti web

Se possiedi o gestisci un sito WordPress l’aggiornamento alla versione 5.8 dovrebbe essere un’esperienza senza alcun intoppo, proprio come qualsiasi altro aggiornamento. Il dibattito sulla modifica completa del sito è molto eccitante, ma non ti dovrebbe allarmare perché nella prossima release tutto quello che riguarda la modifica completa del sito è facoltativo. Per sperimentare liberamente il FSE è necessario un tema costruito appositamente per lui, dai un’occhiata ai link alla fine dell’articolo per vedere alcuni esempi!

Per agenzie e sviluppatori di temi e plugin

Se devi estendere la funzionalità del CMS WordPress per i tuoi clienti, l’aggiornamento alla versione 5.8 dovrebbe comunque andare liscio come l’olio. Come sempre, è essenziale controllare le modifiche personalizzate in un ambiente di staging o eseguire test completi quando la versione candidata viene resa disponibile. Vuoi testare i tuoi prodotti e avere tutto pronto per il cliente? Dai un’occhiata alle opzioni di test in fondo all’articolo.

Per contributori e volontari

Se contribuisci al progetto WordPress con il tuo tempo e la tua esperienza puoi unirti a noi nell’interessante lavoro che porta al rilascio di WordPress 5.8 e aggiornare il tuo sito con la profonda soddisfazione di chi sente di aver fatto un buon lavoro. C’è un sacco di cose dentro ogni rilascio: dalla progettazione e lo sviluppo alla documentazione, alla traduzione; se hai un pò di tempo libero e vuoi aiutare a sostenere il progetto che sostiene lo strumento che sostiene il tuo sito (hihihi!) dai un’occhiata ai link qui sotto.

Risorse

Articolo originale: Curious About Full Site Editing? di Josepha @chanthaboune pubblicato il 27 aprile 2021.

#core-editor, #fse-outreach-program, #fse-testing-call, #full-site-editing, #gutenberg

Chiamata per il test del programma FSE #5: Alla ricerca delle Query

Questo articolo riguarda l’annuncio della quinta call per i test come parte del Full Site Editing Outreach Program. Per maggiori informazioni riguardo questo programma sperimentale, dai un’occhiata a queste FAQ per ulteriori utili dettagli. Se vuoi proprio divertirti, vieni a trovarci su #fse-outreach-experiment in Make Slack per gli annunci di test futuri, articoli utili ed altro che verrà condiviso attraverso questo canale.

Panoramica della funzionalità

Non sono tanti i blocchi a cui è stata dedicata un’intera milestone, ma il Blocco Query è uno di questi! Come dice il nome, questo è un blocco particolarmente potente, che permette di visualizzare articoli/pagine e personalizzarli nel modo che preferisci. Ad esempio, potresti facilmente usare questo blocco per mostrare tutte le tue ricette preferite, scegliendo di visualizzare una categoria di articoli specifica. Nel lungo termine, ci si può aspettare che questo sia uno strumento più utile agli autori dei temi, da usare per costruire un tema basato su blocchi con variazioni di blocchi, ad esempio il blocco Elenco degli articoli, dato che sarà uno di quelli con cui gli utenti avranno più a che fare. Per il momento, comunque, lanciamoci nell’avventura per andare alla ricerca delle Query ed esplorare quello che questo blocco può fare.

Se hai interesse nel futuro di questo blocco, dai un’occhiata a questo recente issue su GitHub che sta raccogliendo nuove idee per i modelli del blocco Query disponibili per l’attuale iterazione del blocco e aspetta con impazienza Gutenberg 10.5 che offrirà più modelli tra cui scegliere.

Ambiente di test

Anche se di seguito troverai maggiori informazioni per assicurarti di impostare tutto nel modo corretto, ecco gli aspetti chiave necessari per il tuo ambiente di test: 

In generale, usa l’ultima versione di ognuna delle parti dell’impostazione raccomandata e tieni a mente che le versioni potrebbero essere cambiate da quando questo articolo è stato condiviso.

Flusso del test

Nota importante: 

Anche se questa chiamata per il test è indirizzata al provare una funzionalità specifica, è probabile che troverai degli altri bug mentre utilizzi una funzione beta come questa. La segnalazione di Tutti i bug che troverai è ben accetta nel rapporto che invierai riguardo il tuo test, anche se non sono direttamente riconducibili alla funzionalità di cui hai fatto il test.

Istruzioni per la configurazione: 

  1. Imposta un sito che stia usando la versione più recente di WordPress. È importante che non si tratti di un sito di produzione/live.
  2. Installa il tema TT1 Blocks andando su Aspetto > Temi > Aggiungi Nuovo. Una volta installato, attiva il tema.
  3. Crea otto articoli con due diverse categorie ed immagini in evidenza scelte da te. In alternativa, puoi importare il contenuto demo di Gutenberg creato apposta per questo test tramite l’importatore WordPress che trovi sotto Strumenti > Importa
  4. Vai nell’area di amministrazione del sito
  5. Installa ed attiva il plugin Gutenberg da Plugin > Aggiungi nuovo. Se è già installato, assicurati che la versione in uso sia come minimo Gutenberg 10.4.
  6. Ora dovresti vedere all’interno della navigazione un elemento chiamato “Editor del sito (beta)”. Se non lo vedi ancora nella tua barra laterale, non stai usando correttamente l’esperimento di Modifica del Sito. A questo punto, accertati di trovarti all’interno del template Indice (questo dovrebbe essere il template predefinito in apertura)

Istruzioni generali per il test:

  1. Usando la Visualizzazione in modalità elenco, seleziona il blocco Query genitore e poi rimuovi l’intero blocco. Questo ci consentirà di iniziare da zero. Ecco una GIF che mostra come farlo.
  2. Ora, aggiungi un blocco Colonne dove si trovava il blocco Query ed imposta 2 colonne con spaziatura 50/50.
  3. Nella prima colonna, aggiungi un blocco Titolo con il nome di una delle categorie di articoli. Se hai utilizzato il contenuto demo, questo sarà “Hikes” oppure “Travel”. 
  4. Aggiungi un blocco Query appena sotto il blocco Titolo. Mentre completi l’impostazione, usa qualunque opzione preferisci tra le varie opzioni di dimensione.
  5. Una volta inserito, apri le impostazioni del blocco e sotto “Impostazioni” disattiva la funzione “Eredita query da URL”
  6. Ora dovresti vedere delle opzioni per personalizzare quali articoli include questo blocco Query. Sotto “Filtri” seleziona una delle categorie da visualizzare. Se hai utilizzato il contenuto demo, questo sarà “Hikes” oppure “Travel”. 
  7. Dopo che il il blocco Query visualizza gli articoli di una sola categoria, prosegui e personalizza il blocco Query come preferisci! Ad esempio, puoi aggiungere blocchi aggiuntivi come Autore dell’articolo e personalizzarli usando le opzioni di impostazione del blocco. Nel caso dovessi bloccarti a questo punto, vai alla sezione “Istruzioni per la personalizzazione / Idee” per trovare aiuto. 
  8. Segui lo stesso procedimento con la seconda colonna e personalizza il blocco Query aggiuntivo. Accertati di selezionare la seconda categoria di articoli da visualizzare in modo da vedere dei nuovi articoli!
  9. Guarda il tuo sito e vedi se quello che hai creato corrisponde alla visualizzazione dell’Editor del sito.

Se stai cercando altri modi per personalizzare l’esperienza, prova a cambiare la larghezza delle colonne, aggiungere altri blocchi pertinenti, cambiare i colori ed altro ancora. 

Istruzioni per la personalizzazione / Idee

Dato che questo è un blocco più avanzato, ecco alcune istruzioni aggiuntive per aiutarti a chiarire come funziona la personalizzazione di questo blocco nel caso dovessi arrivare avere difficoltà. Per iniziare, tieni a mente che parte della bellezza del sistema del blocco Query è che qualunque modifica apportata ad uno degli articoli/pagine di cui viene effettuata la query, sarà riflessa sull’intero insieme attualmente visualizzato. Questo potrebbe confonderti un po’ inizialmente, ma consente di avere più consistenza tra gli articoli. Tenendo questo presente, ecco alcuni altri modi per personalizzare il tuo blocco Query:

Tieni presente che ognuno di questi video è stato creato usando l’opzione di dimensione Small, ma puoi usare qualunque opzione di dimensione tu preferisca!

Cosa notare:

Se ti va, ricorda di condividere uno screenshot di quello che hai creato!

  • L’esperienza si è bloccata in qualche punto?
  • L’esperienza di salvataggio ha funzionato correttamente?
  • Hai trovato delle funzioni mancanti?
  • Cosa hai trovato particolarmente confuso o frustrante riguardo l’esperienza?
  • Cosa ti è piaciuto o hai apprezzato in modo particolare riguardo l’esperienza?
  • Credi che quanto hai creato nell’Editor del sito corrisponda a quello che vedi sul tuo sito?
  • Ha funzionato usando solo la tastiera?
  • Ha funzionato usando uno screen reader?

Lascia un feedback entro il 5 Maggio 2021

Mentre altre call per i test sono state aperte per due settimane, questa è aperta per tre settimane in modo da vedere se questo incoraggia l’arrivo di più feedback. Se vuoi aiutare con il test, per favore amplifica il messaggio condividendo questo articolo!

Lascia un feedback nei commenti di questo post. Se preferisci, puoi sempre creare delle issue in questo repo GitHub direttamente per Gutenberg ed in questo repo GitHub per TT1 Blocks. Anche se lasci un feedback in GitHub, commenta comunque di seguito indicando il link. Se vedi che qualcun altro ha già segnalato un problema, lascia comunque una nota qui di seguito riguardo la tua esperienza, sarà utile per fornire a chi sta lavorando per migliorare questa esperienza una panoramica più ampia su ciò che va migliorato.

#core-editor, #fse-outreach-program, #fse-testing-call, #full-site-editing, #gutenberg

Chiamata per il test del programma FSE #4: Costruire un header a tema per un ristorante

Questa è la quarta call per i test come parte del Full Site Editing Outreach Program. Per maggiori informazioni riguardo questo programma sperimentale, dai un’occhiata a queste FAQ per altri utili dettagli. Se vuoi proprio divertirti, vieni a trovarci su #fse-outreach-experiment in Make Slack per gli annunci di test futuri, articoli utili ed altro che verrà condiviso attraverso questo canale.

Panoramica della funzionalità

Creare un header intuitivo è uno dei punti chiave da fare nel modo giusto quando si costruisce un sito. Aiuta i visitatori a farsi un’idea del contenuto del tuo sito e, idealmente, dovrebbe anche portarli a compiere le azioni che desideri. Con l’Editor del sito ora ci sono ora delle opportunità inedite per personalizzare tutto questo in base ai tuoi gusti! Questo test esplorerà esattamente questo, creando un header un po’ più complesso e con vari livelli, grazie all’uso dei blocchi FSE. Per concentrarci meglio sul test, immaginiamo di essere proprietari di un ristorante e di dover creare un’esperienza che invita qualcuno ad ordinare online mentre, allo stesso tempo, mostriamo le informazioni di cui hanno necessità.

Come  per il test precedente, se decidi di dare via libera alla tua creatività, condividi uno screenshot nei commenti in modo che possiamo celebrare quello che hai fatto. 

Come ispirazione, ecco il mio esempio: 

Ambiente di test

Anche se di seguito troverai maggiori informazioni per assicurarti di impostare tutto nel modo corretto, ecco gli aspetti chiave necessari per il tuo ambiente di test: 

Flusso del test: Creare un header per un ristorante

Ecco una scaletta di base da seguire quando stai provando questa specifica funzionalità. Se c’è qualcosa che che non ti convince, lascia un commento di seguito! Se vuoi proseguire con il test, fallo pure, dato che le istruzioni sono intese per fornirti una guida, non per limitarti. 

Nota importante: 

Anche se questa chiamata per il test è indirizzata al provare una funzionalità specifica, è probabile che troverai degli altri bug mentre utilizzi una funzione beta come questa. La segnalazione di Tutti i bug che troverai è ben accetta nel rapporto che invierai riguardo il tuo test, anche se non sono direttamente riconducibili alla funzionalità di cui hai fatto il test.

Problemi noti:

Durante la creazione di questa Call per i test, sono emersi alcuni problemi che potresti riscontrare mentre procedi. Sappi che sono già stati segnalati. Ecco una lista non esaustiva dei problemi più seri:

Istruzioni per la configurazione: 

  1. Imposta un sito che stia usando WordPress 5.7. È importante che non si tratti di un sito di produzione/live.
  2. Installa il tema TT1 Blocks andando su Aspetto > Temi > Aggiungi Nuovo. Una volta installato, attiva il tema.
  3. Vai nell’area di amministrazione del sito
  4. Installa ed attiva il plugin Gutenberg da Plugin > Aggiungi nuovo. Se è già installato, assicurati che la versione in uso sia come minimo Gutenberg 10.2.1.
  5. Ora dovresti vedere all’interno della navigazione un elemento chiamato “Editor del sito (beta)”. Se non lo vedi ancora nella tua barra laterale, non stai usando correttamente l’esperimento di Modifica del Sito.

Istruzioni per il test:

Consiglio utile: Man mano che vai avanti con il test,potresti trovare la Visualizzazione in modalità elenco utile per navigare tra il contenuto.

Impostare le tue colonne:

  1. Naviga su “Editor del sito (beta)”. Questo aprirà automaticamente l’editor del sito, visualizzando il template che fa funzionare la tua homepage.
  2. Dopo aver aperto la tua home page, rimuovi il blocco Navigazione trovato all’interno della parte del template Header. Questo serve a reimpostare l’header in modo da poter aggiungere altro al suo interno in seguito. 
  3. Seleziona il blocco Colonna genitore e, usando le impostazioni del blocco nella barra laterale, cambia il numero di colonne da 2 a 3 colonne.
  4. Torna al blocco Colonne e, usando le impostazioni della barra degli strumenti del blocco, accertati che sia impostato come Larghezza piena.
  5. Nella prima colonna, personalizza il titolo del sito ed il motto del sito come preferisci! Questo può includere cambiare il test, la dimensione dei caratteri, la famiglia del font ed altro ancora. 
  6. Nella seconda colonna, usa un blocco Paragrafo per aggiungere gli orari di apertura per il tuo ristorante di fantasia e prosegui di nuovo a completare il tutto in base ai tuoi gusti.
  7. Nella terza colonna, aggiungi un blocco Navigazione e seleziona l’opzione “Start Empty”. 
  8. Da qui, usa il blocco Link per aggiungere alcuni altri link, anche se rimandano a pagine che ancora non esistono. Per fare questo, inizia semplicemente a scrivere un titolo che ancora non esiste sul tuo sito. Per esempio, “Menu”. Vedrai un’opzione per creare la bozza di una pagina. Fai questo per almeno una voce di menu. Ricordati di divertirti mentre lo stai facendo e di creare qualcosa a tema ristorante!
  9. A questo punto, seleziona “Aggiorna il design” per salvare le modifiche che hai fatto.

Creare un invito ad ordinare online:

  1. Una volta che hai impostato il contenuto delle tre colonne, aggiungi un altro blocco Colonne sopra di esse e seleziona l’opzione per visualizzare le due colonne come 70/30. Puoi fare questo selezionando il blocco Colonne usando la Visualizzazione in modalità elenco e, usando il menu con i tre punti, seleziona “Inserisci Prima”.
  2. Usando la barra degli strumenti del blocco, imposta la colonna come larghezza piena, in modo che vada da lato a lato del sito.
  3. Nella colonna più larga, aggiungi un blocco Paragrafo con del testo che inviti gli utenti ad ordinare online. 
  4. Nella colonna più piccola, aggiungi un blocco Pulsante che dica “Ordina Online”. Se vuoi, puoi creare una pagina a cui collegarlo, ma per il test va bene anche non avere una pagina effettivamente collegata, se ci atteniamo allo scopo effettivo di questo test.
  5. A questo punto seleziona “Aggiorna il design” per salvare le modifiche che hai fatto.

Personalizza i tuoi colori e pubblica tutte pagine che sono ancora bozze:

  1. A questo punto, personalizza i colori e tutto quello che vuoi all’interno del tuo design! Puoi farlo selezionando l’intero template Header e regolando l’impostazione dei colori nella tua barra laterale. Mentre fai questo, prendi nota di tutto quello che ti sarebbe piaciuto fare ma che non puoi fare. 
  2.  Quando sei soddisfatto di come si presentano le cose, seleziona “Aggiorna il design” per salvare le modifiche che hai fatto. 
  3. Infine, apri Attiva/disattiva la navigazione > Bacheca per vedere la tua bacheca wp-admin. Vai su Pagine > Tutte le pagine e pubblica tutto quello che deve essere pubblicato.
  4. Dai un’occhiata al tuo sito e verifica che quello che hai creato corrisponda a quello che ora vedi. 
  5. Condividi la tua esperienza nei commenti qui di seguito o direttamente su GitHub. Puoi completare questo test tutte le volte che vuoi per raccogliere qualsiasi ulteriore feedback!

Video del test:

Questo video non va troppo nei dettagli in termini di personalizzazione dei colori, ma mostra comunque passo per passo tutti i passaggi in modo da dare un senso delle azioni principali da intraprendere. Scendi pure nei dettagli durante il tuo test, secondo quanto ritieni opportuno!

Cosa notare:

Se ti va, ricorda di condividere uno screenshot di quello che hai creato!

  • L’esperienza si è bloccata in qualche punto?
  • L’esperienza di salvataggio ha funzionato correttamente?
  • Hai trovato delle funzioni mancanti durante la creazione dell’header?
  • Cosa hai trovato particolarmente confuso o frustrante riguardo l’esperienza?
  • Cosa ti è piaciuto o hai apprezzato in modo particolare riguardo l’esperienza?
  • Credi che quanto hai creato nell’Editor del sito corrisponda a quello che vedi sul tuo sito?
  • Ha funzionato usando solo la tastiera?
  • Ha funzionato usando uno screen reader?

Lascia un feedback entro l’8 Aprile 2021

Lascia un feedback nei commenti di questo post. Se preferisci, puoi sempre creare delle issuein questo repo GitHub direttamente per Gutenberg edin questo repo GitHub per TT1 Blocks. Anche se lasci un feedback in GitHub, commenta comunque di seguito indicando il link. Se vedi che qualcun altro ha già segnalato un problema, lascia comunque una nota qui di seguito riguardo la tua esperienza, sarà utile per fornire a chi sta lavorando per migliorare questa esperienza una panoramica più ampia su ciò che va migliorato.

#core-editor, #fse-outreach-program, #fse-testing-call, #full-site-editing, #gutenberg

Chiamata per il test del programma FSE #3: Costruire una divertente pagina 404 personalizzata

Questa è la terza call per i test come parte del Full Site Editing Outreach Program. Per maggiori informazioni riguardo questo programma sperimentale, dai un’occhiata a queste FAQ per altri utili dettagli. Se vuoi proprio divertirti, vieni a trovarci su #fse-outreach-experiment in Make Slack per gli annunci di test futuri, articoli utili ed altro che verrà condiviso attraverso questo canale.

Panoramica della funzionalità

Ti è mai capitato di imbatterti in una pagina 404 particolarmente piacevole? Magari ti ha fatto ridere, oppure era stata costruita in un modo che ti ha reso semplicissimo trovare nuovamente la tua direzione all’interno del sito. Al momento, questa è una parte di un sito che può essere modificata solo intervenendo sul codice, oppure viene fornita dal tema, impedendo quindi a molti di noi di aggiungere un po’ di divertimento extra all’universo con pagine 404 utili e divertenti.Con la Modalità di modifica completa del sito (FSE), ora è alla nostra portata crearne una tutta nostra. Quello che questo test esplora è fare esattamente questo con l’opzione per costruire una semplice pagina 404 attraverso la modifica di un template oppure lanciarci nella creazione di qualcosa di unico. Se decidi di dare sfogo alla tua creatività, condividi uno screenshot nel tuo commento, in modo che possiamo tutti ammirare quello che hai creato. Come ispirazione, ecco un esempio che ho creato: 

Ambiente di test

Anche se di seguito troverai maggiori informazioni per assicurarti di impostare tutto nel modo corretto, ecco gli aspetti chiave necessari per il tuo ambiente di test: 

Flusso del test

Ecco una scaletta di base da seguire quando stai provando questa specifica funzionalità. Se c’è qualcosa che non ha senso, lascia un commento di seguito!

Nota importante: Anche se questa chiamata per il test è indirizzata a provare una funzionalità specifica, è probabile che troverai degli altri bug mentre utilizzi una funzionalità beta come questa. La segnalazione di tutti i bug che troverai è ben accetta nel rapporto che invierai riguardo il tuo test, anche se non sono direttamente riconducibili alla funzionalità di cui hai fatto il test.

Istruzioni per la configurazione: 

  1. Imposta un sito che stia usando WordPress 5.7. È importante che non si tratti di un sito di produzione/live.
  2. Installa il tema TT1 Blocks andando su Aspetto > Temi > Aggiungi Nuovo. Una volta installato, attiva il tema.
  3. Vai nell’area di amministrazione del sito
  4. Installa ed attiva il plugin Gutenberg da Plugin > Aggiungi nuovo. Se è già installato, assicurati che la versione in uso sia come minimo Gutenberg 10.1.1.
  5. Ora dovresti vedere all’interno della navigazione un elemento chiamato “Editor del sito (beta)”. Se non lo vedi ancora nella tua barra laterale, non stai usando correttamente l’esperimento di Modifica del Sito.

Istruzioni per il test:
Consiglio utile: Man mano che vai avanti con il test,
potresti trovare la Visualizzazione in modalità elenco utile per navigare tra il contenuto.Esplorare il template 404

  1. Naviga su “Editor del sito (beta)”. Questo aprirà automaticamente l’editor del sito, visualizzando il template che fa funzionare la tua homepage.
  2. Apri Attiva/disattiva la navigazione e vai su Template > 404. Questo ti porterà al template della pagina 404 del tuo sito.
  3. Usando la Visualizzazione in modalità elenco, seleziona la parte del template Header e, usando il menu della barra degli strumenti con i tre punti, seleziona “Rimuovi il blocco” per cancellarla.
  4. Ora seleziona il blocco header predefinito che dice “Nothing Here” e, usando il menu con i tre punti sulla barra degli strumenti, usa l’opzione “Inserisci prima” per aggiungere un blocco sopra.
  5. Usando il modo che preferisci per aggiungere un blocco, inserisci un blocco Parte del template e seleziona l’opzione “Nuova parte del template”.
  6. Apri le impostazioni per il nuovo blocco Parte del template e, sotto Avanzate > “Titolo”, aggiungi il tuo titolo personalizzato. Ad esempio “Header 404”.
  7. Quando hai finito con le tue modifiche, seleziona “Aggiorna il design” e dai un’occhiata al flusso di salvataggio per salvare tutte le modifiche. Questo dovrebbe far sì che la nuova Parte del template rifletta il titolo che hai scelto.

Aggiungere la navigazione e dare spazio alla creatività

  1. Da qui, assicurati che il focus sia ancora sulla nuova parte del template ed inserisci al suo interno un blocco Navigazione. Puoi scegliere se creare un nuovo menu o se riutilizzarne uno già esistente.
  2. Aggiungi alcuni link, incluso un link ad una pagina che ancora non esiste. Per fare questo, inizia semplicemente a scrivere un titolo che ancora non esiste sul sito. Ad esempio, “Help”. Vedrai quindi un’opzione per creare la bozza di una pagina. Fai questa operazione almeno su una voce di menu. Ricordati di divertirti mentre lo stai facendo!
  3. Oltre al blocco Navigazione, aggiungi tutti gli altri blocchi che vuoi in questa nuova parte del template. Ad esempio, puoi usare il blocco Icone Social, il blocco Cerca, Titolo del sito ed altri ancora. Prova ad aggiungere qualunque cosa che possa aiutare qualcuno che si è perso sul tuo sito ad orientarsi nuovamente. 
  4. Da qui, modifica il blocco Header “Nothing Found” ed il blocco Cerca modificandoli come vuoi. Potresti aggiungere qualsiasi elemento tu voglia, come immagini, GIF, ecc…
  5. Quando hai finito con le tue modifiche, seleziona “Aggiorna il design” e dai un’occhiata al flusso di salvataggio per salvare tutte le modifiche. 
  6. Visualizza la pagina 404 sul tuo sito visitando l’indirizzo iltuosito.com/404 (sostituisci iltuosito.com con l’URL del tuo sito di prova). Nota come ogni elemento aggiunto al blocco Navigazione come bozza di pagina viene visualizzato ma è un link interrotto. Dovresti essere in grado di vedere le bozze dato che hai effettuato l’accesso come amministratore. Nota: questo è stato annotato come bug
  7. Ritorna all’Editor del sito ed apri Attiva/disattiva la navigazione > Bacheca per vedere la tua bacheca wp-admin. Nota: attualmente c’è un bug che ti impedisce di visualizzare le bozze delle pagine, il che significa che in futuro questo sarà più semplice.

Pubblica, verifica e condividi

  1. Vai su Pagine > Tutte le pagine e pubblica tutte quelle che ancora devono esserlo.
  2. Ancora una volta, visualizza la pagina 404 sul tuo sito visitando l’indirizzo iltuosito.com/404 e conferma che le pagine che prima erano bozze ora vengono visualizzate regolarmente con i permalink corretti. 
  3. Condividi la tua esperienza nei commenti qui di seguito o direttamente su GitHub. Puoi completare questo test tutte le volte che vuoi per raccogliere qualsiasi ulteriore feedback!

Se ti va di andare anche oltre, ecco alcuni altri elementi da esplorare:

  • Prova ad aggiungere delle colonne al tuo contenuto! Le colonne sono un potente strumento e sarebbe ultime ricevere feedback sull’esperienza del loro utilizzo in uno scenario reale con la costruzione di un sito. 
  • Crea un parte di template personalizzata per il footer per replicare il procedimento di creazione di una parte del template personalizzata per l’header.
  • Personalizza a fondo la presentazione della pagina con colori, dimensioni di caratteri personalizzate ed altro ancora. Ecco un breve video che ti mostra alcune delle cose che puoi provare. 

Video del test: Questo video mostra il flusso del test dopo che la configurazione iniziale è stata impostata. Tieni presente che questo video non si spinge volutamente troppo a fondo nella creazione di una pagina 404, in modo da contenere la sua durata. Questo non vuol dire che tu non possa comunque sbizzarrirti con la creatività mentre conduci il test!

Cosa notare:

Se ti va, ricorda di condividere uno screenshot di quello che hai creato!

  • L’esperienza si è bloccata in qualche punto?
  • L’esperienza di salvataggio ha funzionato correttamente?
  • L’esperienza di salvataggio è risultata chiara durante la modifica della parte del template, rispetto al contenuto generale?
  • Cosa hai trovato particolarmente confuso o frustrante riguardo l’esperienza?
  • Cosa ti è piaciuto o hai apprezzato in modo particolare riguardo l’esperienza?
  • Credi che quanto hai creato nell’Editor del sito corrisponda a quello che vedi sulla tua homepage?
  • Ha funzionato usando solo la tastiera?
  • Ha funzionato usando uno screen reader?

Lascia un feedback entro il 23 marzo 2021

Lascia un feedback nei commenti di questo post. Se preferisci, puoi sempre creare delle issue in questo repo GitHub direttamente per Gutenberg ed in questo repo GitHub per TT1 Blocks. Anche se lasci un feedback in GitHub, commenta comunque di seguito indicando il link. Se vedi che qualcun altro ha già segnalato un problema, lascia comunque una nota qui di seguito riguardo la tua esperienza, sarà utile per fornire a chi sta lavorando per migliorare questa esperienza una panoramica più ampia su ciò che va migliorato.

#core-editor, #fse-outreach-program, #fse-testing-call,  #full-site-editing, #gutenberg